Visualizzazione post con etichetta libri per bambini. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta libri per bambini. Mostra tutti i post

venerdì 20 dicembre 2019

Natale: albi illustrati per bambini

Natale nei libri.
Dopo avervi proposto libri tattili e libri pop - up di Natale per bambini, anche piccolini (dai due anni circa), oggi vorrei consigliarvi una serie di albi illustrati a tema Natale che abbiamo avuto il piacere di leggere in questo periodo.


 "C'est Noel !" di Nadia Berkane e Alexis Nesme

Bébé Koala è una simpatica cucciola di koala che vive con la sua mamma, il suo papà, il suo doudou e un piccolo criceto.
In questa storia, una di una lunga serie di libretti di comodo formato tascabile che incantano per i colori e le illustrazioni e affrontanto tutti i momenti quotidiani della vita di bimbi in età prescolare, Bébé Koala aspetta il Natale con la sua famiglia, preparando l'albero ed i biscottini per Babbo Natale e aprendo, poi, i doni trovati sotto l'albero.
E se non conoscete il francese? Niente paura, l'intera serie di Bébé Koala c'è anche in italiano, edita da Gribaudo

"Il vero Babbo Natale sono io!" di Ingrid Ostheeren, Christa Unzner, C. Trombara

Una storia originale, che spiega perchè Babbo Natale consegni ai bambini i ragali di notte mentre dormono, anzichè di giorno e incontrandoli direttamente.
E' la Vigilia di Natale e Babbo Natale va in città con la sua slitta e le sue renne per consegnare i regali ma...si trova circondato da tantissimi altri finti Babbi Natale!
Una invasione di "Babbi Natali a noleggio", "Babbi Natale" studenti, Babbi Natale davanti ai grandi magazzini e così via.
Un vigile urbano, scambiandolo per uno dei tanti finti Babbi Natale sta per fargli addirittura una bella ammenda  per sosta della slitta  in zona vietata e, alle sue rimostranze sul fatto di essere il "vero" Babbo Natale, lo lascia andare solo perchè lo crede un pò pazzo.
Non può neppure avvicinare i bambini, perchè i genitori temono che sia solo un venditore "travestito" per le feste natalizie o comunque uno sconosciuto di cui diffidare.
Assiste addirittura ad una rapina con banditi vestiti come lui!
Babbo Natale è sconsolato finchè...una vecchietta lo riconosce e, davanti ad una fumante tazza di tè, gli suggerisce il modo per fare contenti i bimbi del mondo e gli restituisce la fiducia nel suo ruolo.
Una storia particolare che ci ha conquistato, come le illustrazioni.


"Vite, Pere Noel !" di Julie Syjes e Tim Warnes

Un albo con illustrazioni semplici ma efficaci, dai colori netti e inconfondibilmente natalizi.
Babbo Natale, anzi, Pere Noel, visto che noi abbiamo letto la versione francese, proprio la sera della Vigilia di Natale...non sente la sveglia!
Quando infine si alza, è già in ritardo e deve correre.
Come capita a tutti noi, però, proprio perchè ha tanta fretta, il caso sembra accanirsi con piccoli contrattempi: le renne che sono andate tutte nel bosco a giocare a palle di neve, la slitta che si incastra nella neve ecc.
Alla fine, però, Pere Noel riesce a consegnare tutti i regali e rientra soddisfatto al Polo Nord ma...ops, è rimasto un pacchettino nella slitta!
Per chi sarà mai? E' un dono inaspettato per Babbo Natale da parte delle renne.
Indovinate cos'è?!

"Le Noel de Barnabé: L'extraordinaire nuit de Noël d'un petit ours en peluche"

di Alex Scheffler e Ian Whybrow



Barnabè è un orsetto di peluche creato nella bottega di Babbo Natale che viene dimenticato alla partenza della slitta.
Barnabè, però, sa che Matthiew, il bambino a cui è destinato, lo aspetta e allora cerca in ogni modo di raggiungere Babbo Natale.
Chi potrà aiutarlo?
Un albo in realtà quasi cartonato, con giochi di movimento e "caselle" da sollevare, per aiutare Barnabè a raggiungere Babbo Natale ed il bimbo che lo aspetta dormendo ignaro nella sua cameretta!

***
Rimanendo in tema, sul blog trovate le mie foto ed il mio parere su altri libri per bambini:

Pop-up di Natale:

"Un magico inverno pop - up" di Lara Jones

 "La vigilia di Natale" 

"Natale a sorpresa"

"Shhh !" di Julie Tikes e Tim Warnes

Libri tattili di Natale:

"La valigia di Babbo Natale" di Kate Lee ed Edward Eaves

"Il Vestito di Babbo Natale"  di  Kate Lee ed Edward Eaves

"I topini di Natale"  serie carezzalibri della Usborne

"Natale" della serie "Primi carezzalibri" della Usborne

Libri cartonati di Natale:

"BASTONCINO" di Julia Donaldson e Alex Scheffler (nella versione cartonato e con puzzle)

"Il segreto di Natale"

"Parole di Natale"

Albi illustrati di Natale: 

 "Buona Natale Paolino!" di Brigitte Wenninger ed Eve Tharlet

"Mamma Natale" di Marco Di Tillio.

"La magica notte di Natale" di Clement C. Moore, illustrato da Ted Rand, ed. Nord-Sud

"C'est Noel !" 

Libri gioco / libri sonori sul Natale:

"Primi libri sonori: Natale"

"Babbo Natale" con slitta a retrocarica 

***

Tra le letture per adulti sul Natale, io consiglio:

Andrea Vitali, "Come fu' che Babbo Natale sposò la Befana"

Jhon Grisham "Fuga dal Natale"

Con questo post, partecipo al consueto appuntamento con il Venerdì del Libro ideato da Paola !





venerdì 13 dicembre 2019

Natale: libri cartonati, libri sonori e libri gioco per bambini

Ancora letture di Natale, visto che il 25 dicembre si fa sempre più vicino!
Dopo pop - up e libri tattili ed albi illustrati, ecco allora libri di Natale cartonati per piccolissimi, libri gioco e libri sonori !


"Babbo Natale" con slitta a retrocarica 

  Un libro che non richiede molte presentazioni. Grande, robusto e con scenari magnifici in cui far volare la slitta a retrocarica di Babbo Natale.

Per divertirsi, sognare e attendere insieme la notte di Natale.

"Il segreto di Natale"

 

E' il giorno prima della Vigilia di Natale e Camilla e la sua famiglia si accingono a scegliere l'albero da addobbare per le feste ( sapevate che in alcuni paesi l'albero di Natale si fa solo alla Vigilia? ) ma Camilla ha un'idea speciale: un albero vero, che va a prendere con la sorella Giulia e la mamma.

Portato a casa ed addobbato l'abete, sotto cui le bambine la mattina di Natale trovano i loro doni, Camilla promette che presto lo pianterà, perchè possa crescere ancora.

"Paroline di Natale"

 Un libretto di piccolo formato per manine piccine e curiose, con tanti vocaboli da apprendere e disegni colorati e vivaci. Per i piccolissimi!

"Primi libri sonori: Natale" 

Cinque pagine cartonate doppie, con cinque scenari diversi, per questo libro sonoro molto semplice che però ha conquistato tutti e tre i miei bambini (era stato regalato al ricciolino), anche per le melodie orecchiabili.

Per gli amanti dei suoni e per imparare con i genitori i vocaboli, osservando le scene e gli oggetti e animali rappresentati.


***
Rimanendo in tema, sul blog trovate le mie foto ed il mio parere su altri libri per bambini:

Pop-up di Natale:

"Un magico inverno pop - up" di Lara Jones

 "La vigilia di Natale"  di

"Natale a sorpresa"

"Shhh !" di Julie Tikes e Tim Warnes

Libri tattili di Natale:

"La valigia di Babbo Natale" di Kate Lee ed Edward Eaves

"Il Vestito di Babbo Natale"  di  Kate Lee ed Edward Eaves

"I topini di Natale"  serie carezzalibri della Usborne

"Natale" della serie "Primi carezzalibri" della Usborne

Libri cartonati di Natale:

"BASTONCINO" di Julia Donaldson e Alex Scheffler (nella versione cartonato e con puzzle)

"Paroline di Natale"

"Il segreto di Natale"

 

Albi illustrati di Natale: 

 "Buona Natale Paolino!" di Brigitte Wenninger ed Eve Tharlet

"Mamma Natale" di Marco Di Tillio.

"La magica notte di Natale" di Clement C. Moore, illustrato da Ted Rand, ed. Nord-Sud

"C'est Noel !" 

Libri gioco e libri sonori sul Natale:

"Primi libri sonori: Natale"

"Babbo Natale" con slitta a retrocarica 

***

Tra le letture per adulti sul Natale, io consiglio:

Andrea Vitali, "Come fu' che Babbo Natale sposò la Befana"

Jhon Grisham "Fuga dal Natale"


Con questo post, partecipo al consueto appuntamento con il Venerdì del Libro ideato da Paola !





venerdì 29 novembre 2019

Natale: libri pop - up e tattili per bambini

Il Natale è una festa speciale per i bambini e la lunga attesa la rende ancora più bella, soprattutto se riusciamo a riempirla di magia e di piccoli riti.
I libri per bambini ci possano dare un grande aiuto in questa "missione", perchè sul tema Natale ce ne sono davvero di bellissimi.

Come quelli che vi propongo in questo post: libri pop-up e cartonati con inserti tattili per bambini!





Andiamo per ordine:

Ne "Il Vestito di Babbo Natale"

 il simpatico nonnino dispensatore di doni è alle prese con la noia. Eh sì, la noia del rosso! Non ne può più di vestirsi sempre e solo di quella tinta e quindi prova colori alternativi, con risultati, però, deludenti.
E per fortuna! 
Finirà per rinsavire? Certo!
Un testo semplice alla portata dei piccoli, per imparare i colori, sorridere e toccare tante stoffe e materiali di consistenze diverse, pagina per pagina, in un cartonato robusto.
Dai due anni.

"Natale a sorpresa"

invece, è un pop - up semplice e colorato di sicuro effetto, con Babbo Natale, renne e pupazzi di neve, per un libro allegro che spiega passo dopo passo la bellezza del Natale, dalla neve, alle vacanze ai regali, con un testo in rima.


Testo semplice e colori brillanti lo rendono adatto dai due anni ma con un genitore attento vicino (come per tutti i pop - up, di per sè delicati).

"Shhh !"

In questo tenero pop - up un Babbo Natale un pò pasticcione è in giro per la consegna dei regali ma, vuoi per un festone, vuoi per un pallina lasciata per terra, rischia sempre di fare rumore e svegliare i piccoli addormentati.
Così tutti, dal cane al topolino alle renne, lo invitano a fare silenzio: "Shhh! Non devi svegliare i bambini!"
Tornato finalmente a casa dopo le fatiche natalizie, è Babbo Natale a crollare addormentato e tutti gli abitanti del Polo Nord a cercare di fare silenzio: "Non vorrete mica svegliare Babbo Natale, no?"
La storia è semplice e con un ritornello ripetitivo, quindi adatta anche ai piccolini, dai due anni
ma con un genitore attento vicino.


"I topini di Natale"

fa parte della serie "I carezzalibri" della Usborne, che i miei figli adorano perchè libri tattili robusti, colorati e dalle piacevoli illustrazioni.
In questo caso, protagonisti sono simpatici topolini, alle prese con nastri e pacchetti dei doni di Natale, palline e agrifoglio e altre decorazioni, per prepararsi alla notte di Natale.
Dai due anni. 

 "La vigilia di Natale" 

Non è solo un pop-up, è una vera e propria chicca, peraltro vintage, poichè la mia edizione, del 1988, mi è stata regalata proprio a Natale, ormai molti anni fa.
Lo conservo gelosamente e lo sfoglio con i miei bimbi perchè le illustrazioni ed i giochi pop-up delle figure sono delicati e magici, la storia poetica ed i protagonisti molto simpatici.
In poche pagine, un albo che trasporta nell'atmosfera incantata della magica notte di Natale !
Dai 5-6 anni




"Natale"

sempre della serie carezzalibri della Usborne ma dedicata ai più piccini, con un formato ridotto adatto a mini manine curiose,
è un libro tattile per piccolissimi, robusto, con immagini grandi e inserti tutti da toccare, per imparare il lessico delle feste di Natale !
Dai 9 mesi.



 ***
Rimanendo in tema, sul blog trovate le mie foto ed il mio parere su altri libri per bambini:

Altri Pop-up di Natale:

"Un magico inverno pop - up" di Lara Jones

Altri libri tattili di Natale:

"La valigia di Babbo Natale" di Kate Lee ed Edward Eaves

Libri cartonati di Natale:

"BASTONCINO" di Julia Donaldson e Alex Scheffler (nella versione cartonato e con puzzle)

"Il segreto di Natale"

"Parole di Natale"

Albi illustrati di Natale: 

 "Buona Natale Paolino!" di Brigitte Wenninger ed Eve Tharlet

"Mamma Natale" di Marco Di Tillio.

"La magica notte di Natale" di Clement C. Moore, illustrato da Ted Rand, ed. Nord-Sud

"C'est Noel !" 

Libri gioco sul Natale:

"Primi libri sonori: Natale"

"Babbo Natale" con slitta a retrocarica 

***

Tra le letture per adulti sul Natale, io consiglio:

Andrea Vitali, "Come fu' che Babbo Natale sposò la Befana"

Jhon Grisham "Fuga dal Natale"


Con questo post, partecipo al consueto appuntamento con il Venerdì del Libro ideato da Paola !





venerdì 22 novembre 2019

Le letture del ricciolino biondo e dei gemelli: "Siete tutti i miei preferiti" e "Ti amerò sempre"

 "Siete tutti i miei preferiti" 

Essere mamma di tre è complicato, per tutta una serie di motivi, organizzativi, economici, gestionali ma anche emotivi.
Perchè come mamma io amo tutti i miei tre figli, però non ho quasi mai la possibilità di dedicare del tempo esclusivo a ciascuno di loro e, comunque, anche quando accade a loro non basta mai.
Così come non basta loro mai il mio cercare di farli sentire tutti e tre speciali, voluti e importanti allo stesso modo per me.
D'altro canto, un pò di gelosia tra fratelli è normale e i sensi di colpa materni in questo ambito purtroppo pure.

Ben venga allora una storia semplice, adatta anche ai piccoli, che racconta in modo facile e universale perchè tutti i nostri figli sono i nostri preferiti.


Considerando poi che i protagonisti sono proprio tre dolci cucciolotti, come i miei bambini, e che le illustrazioni sono molto tenere, poteva non piacerci?!?

***

 "Ti amerò sempre"

Avrete di sicuro già letto o sentito parlare di questo albo, della casa editrice "Il leone verde".
Se no, correte ai ripari e procuratevelo.
Perchè è dolce, emozionante, tenero, sincero, vero, persino crudo.

Perchè racconta l'essenza dell'amore di ogni genitore verso il proprio figlio, senza se e senza ma, malgrado le diverse fasi, non sempre facili, della crescita del bambino (non solo quando sono teneri frugoletti ma anche nell'adolescenza, ad esempio, o nei terrible two) e dell'invecchiamento del genitore.


Semplicemente poetico.



Con questo post, partecipo al consueto appuntamento del venerdì del libro ideato da Paola.

venerdì 15 novembre 2019

Le letture del ricciolino biondo: Sophie Kinsella per bambini

E' passata qualche settimana dall'ultima volta in cui ho scritto di libri e mesi da quando l'ho fatto con riferimento alle letture dei piccoli e del ricciolino biondo.
E mica perchè abbiamo smesso di leggere: giammai!

Il motivo è un altro: scrivere comporta impegno, tempo e un pizzico di fatica, sebbene a me piaccia molto.
Il tempo però è tiranno e sembra non bastare mai e, avendo notato che i miei post sui consigli di lettura piacciono meno che altri, mi sono domandata se valga la pena continuare a scriverli.
Mi sono risposta che ha senso solo in quanto io stessa abbia voglia di tenere memoria di una determinata lettura o si tratta di libri che penso possano piacere a chi abitualmente mi legge o ai loro bimbi.
Insomma, sì ma moderatamente e questo anche perchè io prendo sovente spunto dai blog che seguo in materia di libri e quindi mi sembra giusto "ricambiare", se posso.

                                          
Fatta questa riflessione, oggi vorrei consigliarvi una recente scoperta tra i libri per bambini e ragazzini che penso possa essere azzeccata anche come regalo a bambine e bambini, dai 6 anni.
Di chi si tratta: della ormai famosa Sophie Kinsella, scrittrice della serie (che non amo) "I love Shopping" e di altri romanzi rosa (che invece mi piacciono) frizzanti e divertenti, come "La regina delle casa".
In questo caso, però, una Kinsella in versione scrittrice per bambini che mette nel suo libro la stessa verve e lo stesso fresco divertimento che conquista nei romanzi per adulti, in una serie (per ora composta di quattro volumi ma noi abbiamo letto solo primo e secondo) che ha come protagoniste una mamma fata, fata Mammetta, e sua figlia Ella.

"Io e Fata Mammetta" di Sophie Kinsella

ed. Mondadori, 2018, pag. 164.


Ad Ella, infatti, è toccata in sorte una mamma affettuosa e dotata di poteri magici, che si tramandono tra le donne della famiglia di generazione in generazione, ma un po' pasticciona.
Anzi, molto pasticciona!


 D'altro canto, non è facile essere madri, tra il lavoro, le mille faccende domestiche, i figli (in questo caso Ella ed il suo fratellino), il marito e i giudizi delle altre mamme.
E neppure essere fate, al tempo degli apparecchi elettronici. Che dovrebbero aiutare, sia chiaro, ma a patto di saperli usare e avere una buona memoria...

 Le storie del primo e secondo libro si articolano in modo semplice, dal problema alla ricerca della soluzione che si trasforma in pasticcio alla risoluzione positiva, ma sono creative e hanno divertito il ricciolino e anche me.
Il testo è poi integrato, alla fine del libro, da giochini e/o ricette da sperimentare.

 Non si tratta di capolavori per l'infanzia o immancabili classici, d'accordo, ma di libri perfetti per invogliare alla lettura i bambini più restii e far ridere di gusto a genitori e figli prima della buonanotte.

 
Con questo post partecipo al consueto appuntamento con il venerdì del libro di Home Made Mamma.

lunedì 10 giugno 2019

La settimana appena trascorsa: #scintille di gioia per vedere il bicchiere mezzo pieno

  La settimana appena trascorsa è stata decisamente negativa e quella che sta iniziando si prospetta molto faticosa (anche se spero non altrettanto brutta).
Tra la visita allergologica, un infortunio che si trascinerà a lungo di uno stretto familiare e il mio compleanno non festeggiato affatto, non c'è stato molto di cui gioire e nervosismo e tristezza hanno spadroneggiato.

Tuttavia, a voler guardare il bicchiere mezzo pieno per tirarsi su di morale, ci sono stati anche momenti positivi e voglio sfruttare l'idea di Silvia, con le sue Scintille di gioia”, per ricordarli.

1- Innanzi tutto, ho ricevuto tanti auguri di buon compleanno, da parenti, amici e anche da conoscenti e amici virtuali. E fa sempre molto piacere. 

Il fratellone gareggia, Orsetto arrampica
Mi alleno anche io!


 
2- Sono andata alla riunione finale di sezione dei piccoli e medi dell'asilo nido di Orsetto e Principessa, nel corso della quale abbiamo chiaccherato con le educatrici, ascoltato le loro idee per il futuro e visto due presentazioni con le foto dei bimbi.
Bellissimo vederli immortalati mentre giocano al nido con gli altri bimbi e interagiscono tra loro e, come ormai il nido dei gemelli (che poi è lo stesso che ha frequentato il ricciolino) mi ha piacevolmente abituata, ancor piu' emozionante, sentir trasparire, dalle parole di educatrici e direttrici e dalle foto stesse, la passione, la dedizione, la cura e l'impegno che ci mettono ogni giorno, che vanno ben oltre il progetto educativo e le attività proposte, pure importanti e pensate;

Mi alleno anche io!
3- ho potuto frequentare la lezione di prova di antigravity yoga, a cui tenevo molto: un'ora di lavoro intenso e profondo, nel quale mi sono concentrata solo sugli esercizi e la respirazione, “staccando la testa dai pensieri”, divertendomi molto e portando a casa, come ricordo, una schiena piu' distesa e rilassata, qualche segno rosso su gambe e braccia e addominali profondamente doloranti per giorni ;-)

Il fratellone gareggia, Principessa arrampica

4- infine, sabato pomeriggio e sera abbiamo accompagnato il ricciolino alla prima gara del campionato vda di mountain bike giovanissimi, baciati dal sole (fin troppo sole, per certi versi!) .
E' stato molto faticoso, perchè Orsetto e Principessa correvano ovunque e ci hanno sfinito con capricci, richieste e rifiuto di dormire.
Tuttavia, ne è valsa la pena per osservare il ricciolino giocare allegramente con i suo compagni di squadra, anche di diverse età, facendo gruppo e divertendosi molto, prima e dopo la gara, cosi' come ne è valsa la pena per il privilegio di poter guardare il ricciolino ma anche gli altri piccoli atleti che conosciamo, sfidarsi con impegno e grinta nel percorso. Che tenerezza e, nel contempo, ammirazione per loro!


In gara
5- Infine, in occasione della "festa degli alberi" organizzata dal Comune e dalle scuole, il ricciolino e la sua classe hanno inventato una bella filastrocca sugli alberi e, insieme alle altre classi di scuole della zona, di ogni ordine e grado, l'hanno appesa agli alberi dei giardini pubblici, facendo poi laboratori a tema con le maestre e i volontari. Noi genitori ne abbiamo approfittato per organizzare un semplice pic nic con i nostri bimbi nello stesso parco, così da ovviare alla mancanza del servizio trasporto da/per la scuola durante il pranzo.


Un momento di socializzazione con altri genitori, vedendolo giocare con i suoi compagni, che mi ha fatto piacere.
Le filastrocche sono rimaste appese e domenica, negli stessi giardini, si è svolta la fiera annuale del baratto libri organizzata dalla biblioteca comunale.
Io ho portato a casa un bel bottino di letture, soprattutto per i bambini!   
 
Ne mancano ancora due, che Orsetto e Principessa non hanno voluto mollare

Insomma, cerchiamo di fissare i ricordi positivi e affrontare i problemi giorno per giorno.
 

E voi, avete vissuto momenti da ricordare? Piccole scintille di gioia da conservare?

Se volete partecipare, le regole di Silvia sono queste:

Come fare?
1- utilizzando l'hastag #scintilledigioia condividete con una foto su Instagram, Facebook, Twitter e/o un post sul blog tre momenti felici vissuti la settimana precedente;

2-nominate il mio blog e date le istruzioni su come partecipare;

3- invitate chi volete a partecipare a questo bellissimo gioco;

4- inviatemi i vostri momenti felici alla mail fiorellinosn@gmail.com mettendo come oggetto "Scintille di Gioia", in modo che io non me ne perda nemmeno uno!