Visualizzazione post con etichetta scintille di gioia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta scintille di gioia. Mostra tutti i post

lunedì 21 gennaio 2019

Scintille di gioia per contrastare il blue monday

Il lunedì più nero dell'anno, stando all'opinione mediatica, sta giungendo al termine e non è stato affatto così nero.
Però neppure facile.
Nessun lunedì lo è. Anzi, a pensarci bene, non lo è nessun giorno della settimana lavorativa, visto che tutti iniziano con corse e finiscono con me stremata ed esasperata che sgrido tutti per farli dormire, quando in realtà avrei voluto terminare la giornata con una di quelle immagini da film, tutto coccole, sorrisi e letture (che poi c'è anche tutto quello, però inframezzato da rimproveri e incitamenti a vestirsi, lavarsi i denti, tranquillizzarsi, non strappare i libri ecc. ecc., conditi dai miei sensi di colpa).

Insomma, oggi ho proprio bisogno di ripensare alle scintille di gioia della scorsa settimana, per addolcire l'inizio di questa.

Eccole:

- Giovedì sera siamo stati a cena da mia madre, per la felicità dei bambini e della nonna bis. Dovevo portare il mio telefono in riparazione e dunque ci toccava la trasferta serale in città, anche se dopo la scuola e per poco, però in questo modo lo abbiamo trasformato in un momento di gioia per i bambini e piacere per noi adulti.
Infatti sembrerà una sciocchezza ma le cene da sola con i bambini sono il momento delle giornate che mi pesa di più e in cui mi sento più sola. Quando ho compagnia, è maggormente facile e, comunque, meno pesante;

- sabato pomeriggio ero di nuovo sola a casa con i gemelli e, mentre loro dormivano, ho preparato l'impasto per ben quattro teglie di pizza. Sono stata soddisfatta del risultato perché è venuta ancora più soffice e leggera del solito e, in più, l'abbiamo condivisa con un amichetto e compagno di corso di sci del ricciolino e la sua famiglia, con cui andiamo molto d'accordo. È stata quindi una bella serata in amicizia;

- domenica a Donnas (AO) si è svolta la tradizionale fiera del legno di Sant'Orso (ne ho parlato qui) e noi siamo riusciti ad andarci all'ora di pranzo (che abbiamo anticipato per poter godere della fiera quando c'è un po' meno afflusso) con tutti e tre i bambini, usando due zaini porta bimbi.
È stata una triplice gioia: 
vedere la sorpresa e curiosità dei gemelli dinnanzi all'oggettistica in legno ed alle splendide sculture e accompagnare il ricciolino a scegliersi con cura un prezioso coltellino con il manico intagliato a mano;
poter osservare le magnifiche opere di arte e di artigianato esposte, fermandosi a chiccherrare con artisti e conoscenti incrociati nel borgo;
per me, riuscire a portare uno dei piccoli sullo zaino per un paio d'ore senza avvertire male al ginocchio infortunato.
Certo non è come farlo su un sentiero di montagna, specie in discesa, però è una piccola conferma che non tutto è perduto e che, anche in attesa della operazione, qualcosa si può ancora fare!
(Per la cronaca, di notte ho poi avuto un attacco di mal di testa da dolore cervicale pazzesco, ma questa è mancanza di abitudine a portare il dolce peso del pargoletto, mica altro!)
Infine, il giro alla fiera è terminato in una merenda nella vicina casa di amici, tra budino del caseificio, chiacchere, bugie di carnevale e caffè!

Ripensando a questi momenti, mi faccio forza per affrontare anche il domani!

E voi, che scintille di gioia avete vissuto? È stato davvero un lunedì nero o neanche poi tanto?

P.s. "scintille di gioia" è una idea di Silvia. Per partecipare basta nominare il suo blog, condividere il post  o una foto con l'hastag #scintilledigioia su Instagram, Facebook, Twitter, raccontando tre momenti felici vissuti la settimana precedente e mandare una e- mail a fiorellinosn@gmail.com mettendo come oggetto "Scintille di Gioia", in modo che Silvia non si perda nessuna "scintilla di gioia" ! 

lunedì 23 ottobre 2017

#Scintille di gioia n. 9 (23.10.2017)

In questo periodo fatico a trovare un momento per scrivere sul blog.
La sera, ora di aver messo tutti a nanna e riordinato l’essenziale, è già tanto se riesco a farmi una doccia o gli esercizi per la schiena.
La mattina ho ripreso a lavorare e il pomeriggio ho i pargoli quindi…comunque oggi vorrei condividere con voi le mie scintille di gioia della scorsa settimana: in fondo ho aperto il blog proprio per avere un diario virtuale della mia vita dopo la maternità e oggi è pure il quarto complimese dei gemellini!


1- Ho finalmente avuto occasione di mostrare la casa nuova a mia nonna, che con amore e incredibile perizia ha confezionato tutte le tende che la arredano. Molto è ancora da sistemare ed arredare però sembra già una casa! A dire il vero mia nonna è stata più attratta dai nipotini che dalla dimora, però le è piaciuta e poi siamo andate tutte insieme (quattro generazioni di donne più un maschietto) a prendere il ricciolino a scuola…e lui ne è stato felicissimo!

2- I gemellini hanno imparato a rotolare da pancia sotto a pancia in su e guardarli farlo, uno accanto all’altro, è davvero uno spasso! In più ora iniziano ad emettere i primi gorgheggi e sorridono molto se si sorride loro.
La piccola principessa sta prendendo coscienza della proprietà delle sue mani e cerca di comandarle, il mio orsetto invece intavola lunghi “discorsi” con i pupazzi appesi alla sdraietta ed il suo doudou. Assistere alla loro crescita è un privilegio, per quanto la routine sia faticosissima.

3- domenica, grazie a Santa nonna, io,l’alpmarito e il ricciolino siamo riusciti a fare una passeggiata in città a tre e il ricciolino ha assaggiato la sua prima crêpe alla Nutella. Ovviamente, amore al primo assaggio!


Sabato pomeriggio, inoltre, ho potuto chiacchierare un po' con altri genitori ad un compleanno ed è stato rilassante anche se non riesco a spiegarmi il fatto che i gemellini dormano di giorno solo quando siamo fuori casa e dunque io non posso occuparmi di nessuna delle incombenze che mi aspettano…capita o è capitato anche a voi?!?

Se volete raccontare anche voi le vostre “scintille di gioia”, un'idea di Silvietta, del blog "Scintille di gioia", per l'appunto, queste sono le regole da seguire:

1- utilizzando l'hastag #scintilledigioia condividete con una foto su Instagram, Facebook, Twitter e/o un post sul blog tre momenti felici vissuti la settimana precedente;

2-nominate il blog di Silvia e date le istruzioni su come partecipare;

3- invitate chi volete a partecipare a questo bellissimo gioco;

4- inviate i vostri momenti felici alla mail fiorellinosn@gmail.com mettendo come oggetto "Scintille di Gioia", in modo che Silvietta non se ne perda nemmeno uno!    


lunedì 21 agosto 2017

#Scintille di gioia n. 8 (21.08.2017)

Scintille di gioia


L’ultima settimana, ancor più delle altre di questa estate, è stata strana, quasi surreale. 
Ho vissuto un po' fuori dal tempo, complice il silenzio lavorativo ed extralavorativo delle vacanze altrui, la sospensione degli allenamenti del ricciolino ed i ritmi rallentati della cittadina.
Presa dai miei soliti impegni da mamma ma più libera da altri incombenti e pensieri, fatta eccezione per quelli derivanti dal cantiere.

In tutto ciò, pur nella stanchezza ormai cronica ed estrema, ho vissuto più di un momento di gioia e voglio ricordarlo.

1- il mio primo giro in moto dopo anni. L’occasione è stata una commissione per la casa, che si è trasformata in un pretesto per stare un paio d’ore soli, io e lui, a cavallo della moto. 
L’ebrezza dell’aria fresca, delle curve e del contatto, anche se  la spensieratezza del periodo “pre maternità” non tornerà più.

2- la perdita del primo dentino. Ebbene sì, il ricciolino ha perso il suo primo dente da latte e lo ha fatto a suo modo, senza drammi o scene plateali.
Semplicemente, nel pomeriggio, in una pausa dei suoi giochi con gli amichetti, è venuto a bere ed ho notato il buchino. Lui neppure se ne era accorto!
Io mi sono commossa, quasi stupendomi che un tale avvenimento, che segna la crescita del mio bambino, non fosse accompagnato da squilli di tromba.
È una sciocchezza lo so, ma le lacrime hanno fatto capolino dai miei occhi mentre, contemporaneamente, pensavo a quanto sono fortunata ad essere mamma del mio ricciolino.

3- sono tornata ad arrampicare, dopo la pausa dovuta alla gravidanza. 
Si è trattato di metter su la corda in tre monotiri facili, in falesia, per far salire il ricciolino ed un suo amichetto, dunque nulla di particolarmente impegnativo o esaltante, d’accordo.
Però intanto ho rimesso le scarpette ai piedi, l’imbrago ai fianchi (e mi sta ancora,yeah!) e le mani sulla roccia calda.
Son soddisfazioni.

In più sono stata al lago con mia madre e i bambini, riuscendo persino a fare il picnic con i gemellini, due volte, e poi siamo riusciti ad incontrare amici e amiche che non vedevamo da tempo, chiacchierando piacevolmente.
Insomma, tra una poppata, un cambio ed un rigurgito, sprazzi di gioiosa normalità e socialità !
Con questo post partecipo all’iniziativa del lunedì “Scintille di gioia” ideata da Silvietta.
Se volete partecipare anche voi- ed io vi invito a farlo- queste sono le regole da seguire:

1- utilizzando l'hastag #scintilledigioia condividete con una foto su Instagram, Facebook, Twitter e/o un post sul blog tre momenti felici vissuti la settimana precedente;

2-nominate il mio blog e date le istruzioni su come partecipare;

3- invitate chi volete a partecipare a questo bellissimo gioco;


4- inviatemi i vostri momenti felici alla mail fiorellinosn@gmail.com mettendo come oggetto "Scintille di Gioia", in modo che io non me ne perda nemmeno uno

lunedì 3 aprile 2017

#Scintille di gioia n. 7 (03.04.2017)

Sono settimane frenetiche e piene, purtroppo non tanto di impegni piacevoli.
Non sono mancati, tuttavia, momenti di felicità.
Così, questo lunedì, è questi utlimi che voglio ricordare!

Immagine dal web, foto di Robert Doisneau


1- una sera dopo la scuola il ricciolino mi ha accompagnato alla visita allergologica e dopo ci siamo fermati in città a mangiare al McDonald's (lui, io ho preferito soprassedere). Era contento, visto che per lui sono occasioni più uniche che rare. Soprattutto, però, siamo stati bene, io e lui insieme;

2- ho chiaccherato molto con altri genitori, sia una sera, in cui una coppia con un bimbo che ha molto legato con il ricciolino ultimamente, si è fermata a farlo giocare in giardino con noi e a cena, sia in occasione di una bella manifestazione sportiva "La festa del ciclismo" che il club sportivo che aveva frequentato lo scorso anno il ricciolino organizza per tutti i bimbi in questa stagione, a coronamento di tre mattinate di corso e giochi in bici offerti gratuitamente.
Ha diluviato ma i bimbi sono stati insieme e si sono divertiti comunque e noi genitori abbiamo "ciacolato" (ovvero chiaccherato) piacevolmente.
E poi il ricciolino aveva la sua bicicletta nuova (per lui), con gli ammortizzatori davanti ed i cambi funzionanti e ne era entusiasta!

3- domenica scorsa il ricciolino ha potuto indossare la sua divisa da running nuova, dono del nonno patito, e fare una garetta, anche se sotto il diluvio (come al solito!). Era così felice di sfoggiarla e del "pacco gara" che è valso il sacrificio dell'alzata mattutina a orario improbabile (anche per via del cambio dell'ora!).E poi è stata l'occasione per salutare un'amica che abita in zona!

4- infine, ieri abbiamo festeggiato con un pò di anticipo il compleanno dell'Alpmarito, con regalo pensato e scelto dal ricciolino con cura e amore, pasticcini portati da mia madre, pranzo in famiglia e...un bel pomeriggio alla mostra fotografica "Icones" di Robert Doisneau  al Forte di Bard (fino al 01.05.2017), solo io e l'Alpmarito, mentre la nonna ed il ricciolino visitavano il Museo delle Alpi.

Una mostra davvero ben fatta e allestita con maestria, per quel che è il mio parere di non addetta ai lavori, con fotografie che mi hanno messo il buonumore e fatto riflettere, oltre che un'occasione per stare un'ora io e lui, visitando con tutta calma!
E poi, gli scatti di Doisneau, il più celebre del quale è sicuramento "Le baiser de l'Htel de ville", sono vere opere d'arte, impossibile non rimanere incantati!
I miei preferiti sono stati questi.

Immagine tratta dal web, foto di Robert Doisneau

Immagine dal web, foto di Robert Doisneu


"Scintille di gioia" è una (buona) idea di Silvia. Queste le regole per partecipare!



Come fare?
1- utilizzando l'hastag #scintilledigioia condividete con una foto su Instagram, Facebook, Twitter e/o un post sul blog tre momenti felici vissuti la settimana precedente;
2-nominate il mio blog e date le istruzioni su come partecipare;
3- invitate chi volete a partecipare a questo bellissimo gioco;
4- inviatemi i vostri momenti felici alla mail fiorellinosn@gmail.com mettendo come oggetto "Scintille di Gioia", in modo che io non me ne perda nemmeno uno!"

lunedì 20 febbraio 2017

#Scintille di gioia n. 6 (20.02.2017)

Questa settimana voglio raccontarvi le scintille di gioia della settimana....del ricciolino e mie !


Questa volta, infatti, ho chiesto a lui di dirmi i tre momenti che gli avevano dato più gioia della settimana scorsa. Eccoli!

1 - quando una io e la mamma abbiamo costruito la casa grande di Lego e poi abbiamo giocato a "pesca l'animale", anche con papà;

2- quando siamo andati tutti e tre a Gressoney a fare sci di fondo e dopo la lezione ho scalato con il mio amico la montagnona di ghiaccio;

3- quando io e mamma siamo andati a vedere l'uscita degli Abba' ad Ivrea e ho raccolto tante caramelle e prima siamo andati a pranza dalla nonna bis con anche la nonna.

E queste sono le mie:

1- le pulizie di casa fatte con calma con la collaborazione del ricciolino che mi ha aiutata a passare l'aspirapolvere e sistemare chiacchierando allegro e poi ha perfino deciso di apparecchiare lui da solo la tavola e lo ha fatto bene, ricordandosi tutto (e mettendo a tutti il coltello a sinistra, come al solito, perché a lui inspiegabilmente piace così);

2- sabato siamo andati a fare sci di fondo a Gressoney e il cielo terso ci ha regalato una vista sul Monte Rosa splendida, con la neve che ha retto alle temperature insolitamente alte degli ultimi giorni.
Il ricciolino ha fatto molti progressi e vederlo sfrecciare sicuro e sorridente sugli sci mi ha reso orgogliosa e mi ha scaldato il cuore;

3- uguale identica a quella del ricciolino (a parte il suo entusiasmo per le caramelle!)

"Scintille di gioia" è un'idea di Silvia, sul suo blog trovate tutte le istruzioni per partecipare e condividere le vostre scintille, per non dimenticare i momenti felici!

lunedì 31 ottobre 2016

#Scintille di gioia (nonché "bignami" degli ultimi tempi) n. 5

La settimana appena trascorsa è stata ricca di impegni, pregna di stress e piena di lavoro ma anche di tanti piccoli momenti di soddisfazione e gioia.

Foto Di

Per ricordarli, oggi partecipo all'iniziativa "scintille di gioia" di Silvia.

Ecco le mie scintille:

1. Soddisfazioni sportive. Domenica scorsa ho partecipato ad una gara di corsa di quasi novembre chilometri per beneficienza. Nonostante fossi molto raffreddata, sono riuscita a correre con un tempo molto migliore al mio solito per i primi sei chilometri e, nonostante gli ultimi due, anche a causa di una salita e dell'allegria, abbia dovuto rallentare, sono stata molto soddisfatta di avercela fatta. E poi ho corso con mio padre a fianco per gran parte della gara (era lui a "tirarmi") e condividere una passione con lui mi ha fatto bene.

In palestra di roccia, tra lo scorso venerdì equello appena trascorso, ho chiuso i miei primi boulder verdi della stagione. Probabilmente solo chi arrampica può comprendere ma vi assicuro che vedere che l'impegno costante, seppur limitato ad una volta alla settimana, da i sui frutti, regala una gioia intensa. In più, condivido questi appuntamenti in palestra con l'Alpmarito, il ricciolino biondo, che intanto arrampica a e gioca spensierato, e degli amici. È questo è il massimo

Sempre sul fronte sportivo, i miei tempi nella corsa finalmente migliorano, anche aggiungendo ogni tanto qualche chilometro. Ed è una bella sensazione.

E poi abbiamo pedalato, tutti e tre insieme, in mezzo ai prati e le sterrate, tra le foglie tinte di giallo ed arancione ed i ricci e l'umidità della terra d'autunno, con il sole caldo ad indorare il paesaggio.

2. Gioie materne. Abbiamo riesumato dalla cantina della nonna uno scatolone di Lego "da grandi" appartenuto a me ed ai miei fratelli e io ed il ricciolino biondo abbiamo passato delle ore intense nel ricostruire tante piccole creazioni "vintage". Un ritorno all'infanzia, tra i ricordi, ed un momento di gioco divertente con il mio bambino che mi piace tantissimo (anche perché mi permette di evitare per un po' gli scontri con le macchinine e le battaglie tra supereroi!)

 

3. Piaceri culinari. E' stata una settimana all'insegna del buon cibo e del buon vino. Il che non va tanto bene. Considerando che la linea influisce un po' sulle prestazioni di cui al punto 1 però, ogni tanto, va bene così!

Abbiamo mangiato dei buonissimi pizzoccheri con cavolo e patate al forno da una coppia di amici, innaffiandolo con vino e chiacchiere, ho cucinato e gustato le prime vellutate di zucca della stagione con il ricciolino biondo e sperimentato una vellutata di cavolfiore e patate che ci è piaciuta moltissimo e che rifaremo presto.

Abbiamo partecipato ad un'altra festa di compleanno di un amichetti del ricciolino, tra patatine e piacevoli chiacchiere, ed avuto amici a cena per una bella polenta (con vino e spazzatino, ovviamente).

Insomma, bagordi.

E poi, soprattutto, ho festeggiato il giorno dei morti (seppur in anticipo, visto che oggi è domani io e l'Alpmarito abbiamo anche da lavorare e lui sarà via) in famiglia, con la fantastica e tradizionale zuppa di cavoli di mia nonna!

Un gusto che non si può descrivere!

Ah, quasi dimenticavo: l'Alpmarito è stato con noi un intero fine settimana! Evento che non si verificava più dalle vacanze estive e dunque degno di nota.

E voi? Avete vissuto Scintille di Gioia?

Se volete partecipare, le regole, tratte dal blog di Silvia, sono queste:

Come fare?

1- utilizzando l'hastag #scintilledigioia condividete con una foto su Instagram, Facebook, Twitter e/o un post sul blog tre momenti felici vissuti la settimana precedente;

2-nominate il mio blog e date le istruzioni su come partecipare;

3- invitate chi volete a partecipare a questo bellissimo gioco;

4- inviatemi i vostri momenti felici alla mail fiorellinosn@gmail.com mettendo come oggetto "Scintille di Gioia", in modo che io non me ne perda nemmeno uno!

 

martedì 9 agosto 2016

#Scintille di gioia 09.08.2016






Oggi, anche se in ritardo, vorrei raccontarvi le mie "scintille di gioia", momenti felici vissuti la settimana precedente.
Ne ho bisogno perchè ieri "ho vinto un altro giro di antibiotici".
Eh sì, l'08 agosto sono riuscita a prendermi l'ennesima tonsillite.
Avendo da lavorare e ricevere, ieri ho retto in ufficio tutto il giorno, ritrovandomi la sera con 39 di febbre e dovendo stare a letto oggi, mentre mio figlio è al lago con la nonna (per fortuna per lui).

 
Ripensare ai momenti felici trascorsi nell'ultima settimana è quindi la migliore medicina:
 
1. l'arrampicata. Siamo stati ad arrampicare una sera dopo l'uscita dal centro estivo del ricciolino biondo, l'unico giorno in cui c'era anche l'Alpmarito ed è stata una bellissima serata di svago estiva, che ha reso una giornata "ordinaria" speciale, per noi e per il ricciolino stesso. E poi ci siamo stati di domenica, approfittandone per stare con i nostri amici e fare un pic-nic in loro compagnia, lasciando giocare i bimbi;
 

 
2.  Le feste di compleanno. Abbiamo festeggiato due compleanni, quello di mia madre e quello di un amichetto del ricciolino dai tempi del nido. Nel primo caso, siamo stati a cena da lei, finalmente, dopo tanto tempo, tutti e tre noi fratelli insieme; nel secondo, c'è stata una allegra festa al giardinetto pubblico, con tiro alla fune, ruba bandiera e corse...semplicissimo, all'aria aperta e per questo divertentissimo per i bambini. Per noi è stato piacevole poter chiaccherare con genitori con cui ormai c'è una bella sintonia;

3. La gita a Leolandia. Siamo stati a Leolandia, per accontentare il ricciolino biondo che lo ciedeva dalla scorsa estate: entrati alle 10, siamo usciti alle 19.30, esausti ma felici. 
La gioia del ricciolino penso sia facile da immaginare, anche perchè questa  era anche in compagnia di una sua amichetta, cosa che ha consentito a noi di stare con i suoi genitori, con i quali andiamo molto d'accordo, trascorrendo una bellissima giornata.
In questa occasione, poi, a differenza della precedente (di cui ho raccontato qui), abbiamo visto anche acquario e rettilario e lo spettacolo di Masha e Orso (che però ha un pò deluso i bimbi, forse a quattro anni troppo grandi per il tipo di spettacolino).
Per la gioia di mio figlio, avendo ormai superato i 105 cm di altezza (105,5 senza scarpe), ha potuto fare TUTTE le attrazioni del parco, tranne tre (che richiedono i 120 cm) e quindi anche tutte quelle che la volta precedente gli erano precluse (comunque poche rispetto al numero totale). Ne era soddisfattissimo perche si è sentito "grande"!
 




Purtroppo, però, credo sia stato il continuo bagnarsi e asciugarsi, sole e acqua di Leolandia ad avermi dato il colpo di grazia.
O forse è solo la stanchezza accumulata!
 
"Scintille di gioia" è una bella iniziativa di Silvia, del blog "Scintille di gioia", appunto.
 
Se volete partecipare, le regole del gioco sono queste:
Come fare?
1- utilizzando l'hastag #scintilledigioia condividete con una foto su Instagram, Facebook, Twitter e/o un post sul blog tre momenti felici vissuti la settimana precedente;
2-nominate il mio blog e date le istruzioni su come partecipare;
3- invitate chi volete a partecipare a questo bellissimo gioco;
4- inviatemi i vostri momenti felici alla mail fiorellinosn@gmail.com mettendo come oggetto "Scintille di Gioia", in modo che io non me ne perda nemmeno uno!

lunedì 13 giugno 2016

Scintille di Gioia n. 3




Nella settimana appena trascorsa non è stato facile accantonare delusioni e preoccupazioni per godersi dei momenti di gioia, anche perchè sono stati giorni veramente pieni di impegni ed orari da rispettare.
Eppure, ripensandoci questa mattina, mi accorgo di quanti momenti felici abbiamo comunque vissuto.

Ve ne racconto tre:

- venerdì mattina siamo andati a scuola la mattina in bicicletta, tutti e tre insieme. Il ricciolino era raggiante. Il ritorno da scuola, poi, lo abbiamo fatto sempre in bici, con più calma, io e mio figlio;

- giovedì c'è stata la recita di fine anno a scuola: il ricciolino ha avuto un ruolo marginale come tutti i bimbi piccoli e medi, poichè nella sua scuola materna è tradizione che la festa di fine anno sia organizzata e "animata" dai bimbi grandi e dai loro genitori. Gli altri si sono limitati ad una canzone inziale ma ciò non ha tolto nessuna magia e piacere alla recita e...alla "pesca di beneficenza"  dei lavoretti di bimbi e maestre che ne è seguita. Noi siamo tornati a casa con un bottino ricchissimo!
E poi è stata l'occasione per conoscere un pò meglio altre mamme, con cui non avevo ancora avuto il piacere di chiaccherare.
Peccato soltanto che la scelta di farla di giovedì alle due del pomeriggio abbia penalizzato molti genitori, che non sono potuti venire a vedere, anche se magari si trattava dell'ultimo anno di scuola materna dei loro bimbi.Le lamentele sono state molte e secondo me, giuste;

- infine, abbiamo festeggiato il mio compleanno con una torta in famiglia, una meringata al cioccolato che mi ha ripagato delle privazioni imposte dall'allergia. E' stato bello avere (quasi) tutti i familiari vicini e, soprattutto, osservare l'entusiasmo di mio figlio per la "festa" della sua mamma, anche se non ha voluto farsi scattare una foto, colto da timidezza al momento dello spegnimento delle candeline!

E poi c'è stata una cena della famiglia di mio marito in un rifugio montano, una bella corsa con il mio bimbo a fianco in bicicletta e...un momento di sport insieme che merita un post a parte!

"Scintille di Gioia", al pari del banner qui sopra, e' una idea di Silvia.
Se avete voglia di cimentarvi anche voi, queste sono le regole:
"Come fare?
1- utilizzando l'hastag #scintilledigioia condividete con una foto su Instagram, Facebook, Twitter e/o un post sul blog tre momenti felici vissuti la settimana precedente;
2-nominate il mio blog e date le istruzioni su come partecipare;
3- invitate chi volete a partecipare a questo bellissimo gioco;
4- inviatemi i vostri momenti felici alla mail fiorellinosn@gmail.com mettendo come oggetto "Scintille di Gioia", in modo che io non me ne perda nemmeno uno!"

martedì 7 giugno 2016

Scintille di gioia n. 2

La scorsa settimana e' stata vissuta intensamente ma, a dire il vero, i momenti di felicità sono stati soprattutto quelli in cui abbiamo rallentato i ritmi, godendo dello stare insieme a fare e creare:

1. Quando io ed il ricciolino abbiamo assemblati e provato a far volare l'acquilone, correndo come matti nel prato del giardino

2. Quando abbiamo cucinato insieme, ridendo e mangiucchiando impasto. Tra l'altro, il ricciolino e' proprio dotato per la cucina, impasta in un attimo che è un piacere e, quando gli ho fatto i complimenti, lui mi ha risposto che era così bravo perché si era allenato tanto con la creta a scuola ed era "la stesa cosa"!

Ovviamente, poi, abbiamo anche assaggiato le nostre creazioni!

 

3. Quando abbiamo passato l'ora tra il rientro da scuola e la preparazione della cena, colorando e dipingendo con le tempere ed il ricciolino ha dispiegato la sua fantasia, con un piccolo ragnetto su una carrozza, nel sole.

E poi c'è stata una personale scintilla di gioia quando ho ammirato "il lavoro" di una amichetta di mio figlio è deciso di uscire di casa così, molto colorata!

E i vostri attimi di felicità, quali sono stati?

"Scintille di Gioia", al pari del banner qui sopra, e' una idea di Silvia.

Se avete voglia di cimentarvi anche voi, queste sono le regole:

"Come fare?

1- utilizzando l'hastag #scintilledigioia condividete con una foto su Instagram, Facebook, Twitter e/o un post sul blog tre momenti felici vissuti la settimana precedente;

2-nominate il mio blog e date le istruzioni su come partecipare;

3- invitate chi volete a partecipare a questo bellissimo gioco;

4- inviatemi i vostri momenti felici alla mail fiorellinosn@gmail.com mettendo come oggetto "Scintille di Gioia", in modo che io non me ne perda nemmeno uno!"

 

lunedì 16 maggio 2016

Le mie "scintille di gioia" n. 1

La settimana appena trascorsa e' stata davvero impegnativa e non scevra di preoccupazioni e difficoltà.

Quindi, per cercare di rasserenare questo lunedì e darmi una inizio e di ottimismo, ho deciso di condividere con voi il "gioco" delle scintille di gioia inventato da Silvietta.

 

Ecco allora le mie tre "pillole di felicità" da ricordare:

1- Sabato scorso, per la festa della mamma, ho portato a sorpresa la mia ad uno spettacolo teatrale che è piaciuto moltissimo ad entrambe. In più, c'era anche l'Alpmarito e il ricciolino biondo ha trascorso un paio d'ore a guardare beato i cartoni con la nonna bis.

Era davvero tanto, troppo tempo che non andavo a vedere un bello spettacolo e questo, sulla montagna, la sfida dei limiti e la natura umana, meritava!

2- Giovedì ho trascorso una intera giornata con il mio bambino al salone del libro di Torino. E stare in mezzo ai libri, per di più con il mio Petit Prince, per me è il massimo!

3 - Infine, una giornata di formazione in uno scenario che mi è molto caro, insolitamente prestato al diritto.

E infine, la primavera sembra essere finalmente arrivata ed io l'ho inaugurata con uno smalto giallo "brillante" come dice il ricciolino, su mani e piedi!