Visualizzazione post con etichetta libri. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta libri. Mostra tutti i post

venerdì 21 febbraio 2020

"Lupo Lupo, dove sei?" e "La stella di Laura": le letture del ricciolino biondo e dei gemelli




"LUPO LUPO, DOVE SEI?"

 

Un libro un po' tattile, un po' pop-up, che abbiamo scoperto quando il ricciolino ancora frequentava il nido, ove adesso vanno Orsetto e Principessa.
La storia è semplice ma d'effetto, adatta anche ai piccolissimi e perfetta per aiutare i bimbi ad esorcizzare le loro paure, in primis quella del buio e del lupo, in molte storie simbolo del male.


AL è un maialino coraggioso e, avendo capito che nella fattoria in cui vive c'è un LUPO, è deciso a scovarlo e salvare i suoi amici animali.
Ad ogni possibile nascondiglio del lupo, Al affronta la sua PAURA di incontrarlo e insieme ad Al, il piccolo lettore, invitato ad infilare la manina in una taschina per toccare la zampa  gli artigli, la lingua o il pelo del lupo, scoprendo di volta in volta di essersi sbagliato, finché, proprio quando avrà abbandonato la ricerca, nel bosco ....


Un mostruoso pop -up del lupo chiude il libro, facendo sfogare ai bimbi la tensione con qualche gridolino e cercando l'abbraccio del genitore.

Un libro per bambini semplice ma efficace, che non lascia indifferenti, soprattutto se letto e interpretato da mamma o papà.



"LA STELLA DI LAURA" di Klaus Baumgart


Un albo illustrato consigliato dai cinque ai novantanove anni, che ci ha conquistati sia per la storia delicata sia per le splendide e dolci illustrazioni, dai colori vivaci ed i tratti morbidi, con la stellina protagonista tutta argentea luccicante.
La piccola Laura sta guardando le stelle fuori dalla finestra della sua cameretta, prima della nanna, quando vede cadere una stellina.
Corre a cercarla e la trova sul marciapiede, con una punta fratturata.
Laura la raccoglie, la cura e poi si addormenta abbracciandola, nel suo lettino.
Solo che...al mattino non la trova più!


Laura è tanto triste, perde la voglia di giocare e di mangiare finché, la sera, scopre che la sua stellina non è andata via, era solo invisibile di giorno.
Laura è sollevata e felice ma poi capisce che, per preservare la brillantezza della sua stella, deve lasciarla andare, nel cielo che è la sua casa ed accettare il distacco.
Così crea una mongolfiera con i palloncini e la riporta in alto, da dove potrà sempre guardarla splendere, sera dopo sera.


Una storia dolce, un messaggio affettuoso sull'amicizia, il rispetto per gli altri, l'amore e la crescita, con illustrazioni incantevoli, per i miei gusti.

Ecco i miei consigli di lettura per questo venerdì del libro.

venerdì 7 febbraio 2020

Le letture di Mamma Avvocato: "Gustavo senza coccole" di Alberto Pellai

Le letture di Mamma Avvocato: "Gustavo senza coccole" di Albero Pellai



"Gustavo senza coccole", di Alberto Pellai (Ed. Erickson 2012, pag. 59)
è una storia per grandi e bambini.
"Una storia per imparare ad amare e a sentirsi amati", come indica il sottotitolo.
Una storia che risponde all'interrogativo: "Si puo' diventare grandi senza sapere cosa sono il sapore, l'odore e il suono delle coccole?"
Una domanda da un milione di dollari, come scrive l'autore, che è medico, psicoterapeuta dell'età evolutiva, nonchè padre di quattro figli.
Una domanda che tutti i genitori, almeno una volta nella vita, dovrebbero porsi.
I bambini, invece, forse non ne hanno bisogno o, per lo meno, i miei non hanno avuto dubbi: NO!



Gustavo è un bambino cresciuto senza coccole, senza nessuna coccola, da nessuno.
La sua tipica giornata viene descritta in modo semplice, sintetica e simpatica, portando i piccoli e grandi lettori a comprendere come sia diversa, la vita senza coccole.
Triste, fino a far perdere l'appetito anche ad un bambino, nonostante i mille manicaretti tutti i giorni a disposizione.
Triste, fino a fargli perdere interesse anche per una intera stanza piena di bei giochi tutti per lui.
Triste, sbagliato, solo, pur essendo perfettamente "curato", "accudito".
Per fortuna, pero', una stella cadente aiuterà Gustavo a cambiare la realtà, per un giorno solo.
Basterà per far comprendere l'importanza delle coccole ai suoi genitori?!?


La storia è arricchita da un cd audio con canzoncina introduttiva, la lettura della storia e, infine, un commento dell'autore sull'importanza educativa dei gesti di coccola e della fondamentale differenza tra "curare" o "accudire" e "coccolare".
Credetemi, pero', la storia è di per sè esaustiva e istruttiva, se vi metterete in ascolto con il cuore, oltre che con le orecchie.
Al ricciolino, poi, è piaciuta moltissimo.
"Si puo' diventare grandi senza ricevere le coccole? Senza sentire il piacere di un grattino sulla pelle, il brivido di bacini e morsichini sulle guance e sulla schiena? Senza essere chiamati con un milione di parole che vengono utilizzate alposto del tuo nome?
Ecco il mio consiglio per questo venerdi' del libro, il bell'appuntamento dedicato alla lettura ideato da Paola.
Da leggere, rileggere e tenere ben a mente.

venerdì 31 gennaio 2020

Le letture di Mamma Avvocato: i libri dell'anno 2019, qualche consiglio

Come lo scorso anno e quello precedente, approfitto di questo venerdì del libro (iniziativa di Paola a cui mi piace sempre partecipare e che devo ringraziare per i preziosi suggerimenti di lettura che ne ho tratto) per stilare la mia personale classifica dei

LIBRI LETTI NEL 2019

da cui spero possiate prendere spunto per buone letture, se volete!

Una premessa: ho letto nel complesso, 50 libri.
A questi vanno ad aggiungersi le letture serali con il ricciolino e le letture per i bambini perciò...perdonatemi se dovesse sembrarvi che manchi qualche buon titolo di cui ho già parlato in occasione degli scorsi venerdì del libro.
  • Il premio “trama più divertente ed originale”: "Divino amore", perchè Stefania Bertola non mi delude mai

  • il merito per "il libro più dissacrante” quest'anno va a "Casi Umani" di Selvaggia Lucarelli
  • Il riconoscimento "storia più stramba"(o la sua variante "autore più pazzo") va a Guido Tortorella, con "La paura della coccinella".  

  • il premio “interesse storico”  quest'anno mi mette in difficoltà, poichè ho tratto insegnamento e imparato a guardare al passato con occhi più conapevoli grazie a più di un romanzo. 
Difficile scegliere, dunque, ma direi:  "Il coro femminile di Chilbury" di Jennifer Ryan e  "Il sogno della macchina da cucire" di Bianca Pitzorno, di cui però ho apprezzato anche "La bambinaia francesce".




         Soprattutto, però, "Il pane sotto la neve" di Vanessa Navicelli.

La storia di una famiglia contadina prima e durante l'avvento del fascismo. Una storia di amore, affetto, fatiche, gioie familiari e dolori. Intenso, vero, forte. Unico difetto: ho pianto troppo, alla fine. Ci sono stata troppo male e questo, devo ammetterlo, se mi ha fatto comprendere quanto mi sia piaciuto e sia ben scritto, mi scoraggia dalla tentazione di leggere il secondo romanzo della saga.
  • il riconoscimento speciale nella categoria "il trionfo dei sentimenti"a "Dentro soffia il vento" di  Francesca Diotallevi e, decisamente più leggero ma sempre rincuorante sulla forza dell'amore a "Un'estate d'amore" di Katie Fforde;
  •  
  • il premio “nostalgia e commozione portatemi via” a Federica Bosco, con "Non perdiamoci di vista"  ma anche a "Semplicemente perfetto" di  Jostein Gaarder,
  • coppa “romanzo classico da non perdere” per "Il paese delle maree" di Amitav Ghosh, che non è un classico, per ora, ma dovrebbe diventarlo e, se amate l'India o vorreste conoscerla, non potete non leggere;
  • il riconoscimento “in apparenza banale ed invece profondo”  a "Lena e la tempesta" di Alessia Gazzola, per il tema difficile trattato

  • medaglia “libri sulla maternità”  va di nuovo a Maddalena Capra Lebout, con "O virgola 6" . E' un racconto forte, che forse vi farà piangere ma se non lo avete letto, dovete farlo.
  • tra i libri “leggeri eppure che meritano”, i romanzi di Alessia Gazzola, in questo caso "Sindrome da cuore in sospeso"  e "Il ladro gentiluomo", entrambi dedicati al medico legale Alice Allevi, ma anche il primo di una diversa serie, "Questione di Costanza". 

  • Infine, il premio “non so in che categoria collocarlo ma vale la pena leggerlo” spetta a "November Road" di Lou Berney

  •  tra saggi e manuali, "Morgana" di Michele Murgia e Chiara Tagliaferri, una raccolta delle storie di donne che hanno cambiato, in qualche modo, nel loro piccolo o in grande, il mondo e la condizione femminile;


  • "libri per bambini/ragazzi", Sophie Kinsella in versione per bambini, con le simpatiche storie di "Io e Fata Mammetta" 

    per la categoria "rilettura che merita", un libro per bambini che è anche un classico dell'infanzia, la raccolta dei racconti di Bianca Pitzorno "Le magie di Lavinia & C."
  • premio "miglior biografia/autobiografia", meritato da Alex Zanardi, per "Volevo solo pedalare"

  • la medaglia all' inquietudine a "Mia è la vendetta" di Edward Bunker



    infine, premio "il romanzo dell'anno", senz'altra specificazione perchè è di interesse storico, racconta della guerra  ma racchiude molto di più, tra storie d'amore, di coraggio, lealtà e sacrificio, importanza dell'amicizia e luci ed ombre del rapporto genitori/figli, per "Gli ultimi giorni dei nostri padri" di Joel Dicker



venerdì 20 dicembre 2019

Natale: albi illustrati per bambini

Natale nei libri.
Dopo avervi proposto libri tattili e libri pop - up di Natale per bambini, anche piccolini (dai due anni circa), oggi vorrei consigliarvi una serie di albi illustrati a tema Natale che abbiamo avuto il piacere di leggere in questo periodo.


 "C'est Noel !" di Nadia Berkane e Alexis Nesme

Bébé Koala è una simpatica cucciola di koala che vive con la sua mamma, il suo papà, il suo doudou e un piccolo criceto.
In questa storia, una di una lunga serie di libretti di comodo formato tascabile che incantano per i colori e le illustrazioni e affrontanto tutti i momenti quotidiani della vita di bimbi in età prescolare, Bébé Koala aspetta il Natale con la sua famiglia, preparando l'albero ed i biscottini per Babbo Natale e aprendo, poi, i doni trovati sotto l'albero.
E se non conoscete il francese? Niente paura, l'intera serie di Bébé Koala c'è anche in italiano, edita da Gribaudo

"Il vero Babbo Natale sono io!" di Ingrid Ostheeren, Christa Unzner, C. Trombara

Una storia originale, che spiega perchè Babbo Natale consegni ai bambini i ragali di notte mentre dormono, anzichè di giorno e incontrandoli direttamente.
E' la Vigilia di Natale e Babbo Natale va in città con la sua slitta e le sue renne per consegnare i regali ma...si trova circondato da tantissimi altri finti Babbi Natale!
Una invasione di "Babbi Natali a noleggio", "Babbi Natale" studenti, Babbi Natale davanti ai grandi magazzini e così via.
Un vigile urbano, scambiandolo per uno dei tanti finti Babbi Natale sta per fargli addirittura una bella ammenda  per sosta della slitta  in zona vietata e, alle sue rimostranze sul fatto di essere il "vero" Babbo Natale, lo lascia andare solo perchè lo crede un pò pazzo.
Non può neppure avvicinare i bambini, perchè i genitori temono che sia solo un venditore "travestito" per le feste natalizie o comunque uno sconosciuto di cui diffidare.
Assiste addirittura ad una rapina con banditi vestiti come lui!
Babbo Natale è sconsolato finchè...una vecchietta lo riconosce e, davanti ad una fumante tazza di tè, gli suggerisce il modo per fare contenti i bimbi del mondo e gli restituisce la fiducia nel suo ruolo.
Una storia particolare che ci ha conquistato, come le illustrazioni.


"Vite, Pere Noel !" di Julie Syjes e Tim Warnes

Un albo con illustrazioni semplici ma efficaci, dai colori netti e inconfondibilmente natalizi.
Babbo Natale, anzi, Pere Noel, visto che noi abbiamo letto la versione francese, proprio la sera della Vigilia di Natale...non sente la sveglia!
Quando infine si alza, è già in ritardo e deve correre.
Come capita a tutti noi, però, proprio perchè ha tanta fretta, il caso sembra accanirsi con piccoli contrattempi: le renne che sono andate tutte nel bosco a giocare a palle di neve, la slitta che si incastra nella neve ecc.
Alla fine, però, Pere Noel riesce a consegnare tutti i regali e rientra soddisfatto al Polo Nord ma...ops, è rimasto un pacchettino nella slitta!
Per chi sarà mai? E' un dono inaspettato per Babbo Natale da parte delle renne.
Indovinate cos'è?!

"Le Noel de Barnabé: L'extraordinaire nuit de Noël d'un petit ours en peluche"

di Alex Scheffler e Ian Whybrow



Barnabè è un orsetto di peluche creato nella bottega di Babbo Natale che viene dimenticato alla partenza della slitta.
Barnabè, però, sa che Matthiew, il bambino a cui è destinato, lo aspetta e allora cerca in ogni modo di raggiungere Babbo Natale.
Chi potrà aiutarlo?
Un albo in realtà quasi cartonato, con giochi di movimento e "caselle" da sollevare, per aiutare Barnabè a raggiungere Babbo Natale ed il bimbo che lo aspetta dormendo ignaro nella sua cameretta!

***
Rimanendo in tema, sul blog trovate le mie foto ed il mio parere su altri libri per bambini:

Pop-up di Natale:

"Un magico inverno pop - up" di Lara Jones

 "La vigilia di Natale" 

"Natale a sorpresa"

"Shhh !" di Julie Tikes e Tim Warnes

Libri tattili di Natale:

"La valigia di Babbo Natale" di Kate Lee ed Edward Eaves

"Il Vestito di Babbo Natale"  di  Kate Lee ed Edward Eaves

"I topini di Natale"  serie carezzalibri della Usborne

"Natale" della serie "Primi carezzalibri" della Usborne

Libri cartonati di Natale:

"BASTONCINO" di Julia Donaldson e Alex Scheffler (nella versione cartonato e con puzzle)

"Il segreto di Natale"

"Parole di Natale"

Albi illustrati di Natale: 

 "Buona Natale Paolino!" di Brigitte Wenninger ed Eve Tharlet

"Mamma Natale" di Marco Di Tillio.

"La magica notte di Natale" di Clement C. Moore, illustrato da Ted Rand, ed. Nord-Sud

"C'est Noel !" 

Libri gioco / libri sonori sul Natale:

"Primi libri sonori: Natale"

"Babbo Natale" con slitta a retrocarica 

***

Tra le letture per adulti sul Natale, io consiglio:

Andrea Vitali, "Come fu' che Babbo Natale sposò la Befana"

Jhon Grisham "Fuga dal Natale"

Con questo post, partecipo al consueto appuntamento con il Venerdì del Libro ideato da Paola !





venerdì 13 dicembre 2019

Natale: libri cartonati, libri sonori e libri gioco per bambini

Ancora letture di Natale, visto che il 25 dicembre si fa sempre più vicino!
Dopo pop - up e libri tattili ed albi illustrati, ecco allora libri di Natale cartonati per piccolissimi, libri gioco e libri sonori !


"Babbo Natale" con slitta a retrocarica 

  Un libro che non richiede molte presentazioni. Grande, robusto e con scenari magnifici in cui far volare la slitta a retrocarica di Babbo Natale.

Per divertirsi, sognare e attendere insieme la notte di Natale.

"Il segreto di Natale"

 

E' il giorno prima della Vigilia di Natale e Camilla e la sua famiglia si accingono a scegliere l'albero da addobbare per le feste ( sapevate che in alcuni paesi l'albero di Natale si fa solo alla Vigilia? ) ma Camilla ha un'idea speciale: un albero vero, che va a prendere con la sorella Giulia e la mamma.

Portato a casa ed addobbato l'abete, sotto cui le bambine la mattina di Natale trovano i loro doni, Camilla promette che presto lo pianterà, perchè possa crescere ancora.

"Paroline di Natale"

 Un libretto di piccolo formato per manine piccine e curiose, con tanti vocaboli da apprendere e disegni colorati e vivaci. Per i piccolissimi!

"Primi libri sonori: Natale" 

Cinque pagine cartonate doppie, con cinque scenari diversi, per questo libro sonoro molto semplice che però ha conquistato tutti e tre i miei bambini (era stato regalato al ricciolino), anche per le melodie orecchiabili.

Per gli amanti dei suoni e per imparare con i genitori i vocaboli, osservando le scene e gli oggetti e animali rappresentati.


***
Rimanendo in tema, sul blog trovate le mie foto ed il mio parere su altri libri per bambini:

Pop-up di Natale:

"Un magico inverno pop - up" di Lara Jones

 "La vigilia di Natale"  di

"Natale a sorpresa"

"Shhh !" di Julie Tikes e Tim Warnes

Libri tattili di Natale:

"La valigia di Babbo Natale" di Kate Lee ed Edward Eaves

"Il Vestito di Babbo Natale"  di  Kate Lee ed Edward Eaves

"I topini di Natale"  serie carezzalibri della Usborne

"Natale" della serie "Primi carezzalibri" della Usborne

Libri cartonati di Natale:

"BASTONCINO" di Julia Donaldson e Alex Scheffler (nella versione cartonato e con puzzle)

"Paroline di Natale"

"Il segreto di Natale"

 

Albi illustrati di Natale: 

 "Buona Natale Paolino!" di Brigitte Wenninger ed Eve Tharlet

"Mamma Natale" di Marco Di Tillio.

"La magica notte di Natale" di Clement C. Moore, illustrato da Ted Rand, ed. Nord-Sud

"C'est Noel !" 

Libri gioco e libri sonori sul Natale:

"Primi libri sonori: Natale"

"Babbo Natale" con slitta a retrocarica 

***

Tra le letture per adulti sul Natale, io consiglio:

Andrea Vitali, "Come fu' che Babbo Natale sposò la Befana"

Jhon Grisham "Fuga dal Natale"


Con questo post, partecipo al consueto appuntamento con il Venerdì del Libro ideato da Paola !





venerdì 29 novembre 2019

Natale: libri pop - up e tattili per bambini

Il Natale è una festa speciale per i bambini e la lunga attesa la rende ancora più bella, soprattutto se riusciamo a riempirla di magia e di piccoli riti.
I libri per bambini ci possano dare un grande aiuto in questa "missione", perchè sul tema Natale ce ne sono davvero di bellissimi.

Come quelli che vi propongo in questo post: libri pop-up e cartonati con inserti tattili per bambini!





Andiamo per ordine:

Ne "Il Vestito di Babbo Natale"

 il simpatico nonnino dispensatore di doni è alle prese con la noia. Eh sì, la noia del rosso! Non ne può più di vestirsi sempre e solo di quella tinta e quindi prova colori alternativi, con risultati, però, deludenti.
E per fortuna! 
Finirà per rinsavire? Certo!
Un testo semplice alla portata dei piccoli, per imparare i colori, sorridere e toccare tante stoffe e materiali di consistenze diverse, pagina per pagina, in un cartonato robusto.
Dai due anni.

"Natale a sorpresa"

invece, è un pop - up semplice e colorato di sicuro effetto, con Babbo Natale, renne e pupazzi di neve, per un libro allegro che spiega passo dopo passo la bellezza del Natale, dalla neve, alle vacanze ai regali, con un testo in rima.


Testo semplice e colori brillanti lo rendono adatto dai due anni ma con un genitore attento vicino (come per tutti i pop - up, di per sè delicati).

"Shhh !"

In questo tenero pop - up un Babbo Natale un pò pasticcione è in giro per la consegna dei regali ma, vuoi per un festone, vuoi per un pallina lasciata per terra, rischia sempre di fare rumore e svegliare i piccoli addormentati.
Così tutti, dal cane al topolino alle renne, lo invitano a fare silenzio: "Shhh! Non devi svegliare i bambini!"
Tornato finalmente a casa dopo le fatiche natalizie, è Babbo Natale a crollare addormentato e tutti gli abitanti del Polo Nord a cercare di fare silenzio: "Non vorrete mica svegliare Babbo Natale, no?"
La storia è semplice e con un ritornello ripetitivo, quindi adatta anche ai piccolini, dai due anni
ma con un genitore attento vicino.


"I topini di Natale"

fa parte della serie "I carezzalibri" della Usborne, che i miei figli adorano perchè libri tattili robusti, colorati e dalle piacevoli illustrazioni.
In questo caso, protagonisti sono simpatici topolini, alle prese con nastri e pacchetti dei doni di Natale, palline e agrifoglio e altre decorazioni, per prepararsi alla notte di Natale.
Dai due anni. 

 "La vigilia di Natale" 

Non è solo un pop-up, è una vera e propria chicca, peraltro vintage, poichè la mia edizione, del 1988, mi è stata regalata proprio a Natale, ormai molti anni fa.
Lo conservo gelosamente e lo sfoglio con i miei bimbi perchè le illustrazioni ed i giochi pop-up delle figure sono delicati e magici, la storia poetica ed i protagonisti molto simpatici.
In poche pagine, un albo che trasporta nell'atmosfera incantata della magica notte di Natale !
Dai 5-6 anni




"Natale"

sempre della serie carezzalibri della Usborne ma dedicata ai più piccini, con un formato ridotto adatto a mini manine curiose,
è un libro tattile per piccolissimi, robusto, con immagini grandi e inserti tutti da toccare, per imparare il lessico delle feste di Natale !
Dai 9 mesi.



 ***
Rimanendo in tema, sul blog trovate le mie foto ed il mio parere su altri libri per bambini:

Altri Pop-up di Natale:

"Un magico inverno pop - up" di Lara Jones

Altri libri tattili di Natale:

"La valigia di Babbo Natale" di Kate Lee ed Edward Eaves

Libri cartonati di Natale:

"BASTONCINO" di Julia Donaldson e Alex Scheffler (nella versione cartonato e con puzzle)

"Il segreto di Natale"

"Parole di Natale"

Albi illustrati di Natale: 

 "Buona Natale Paolino!" di Brigitte Wenninger ed Eve Tharlet

"Mamma Natale" di Marco Di Tillio.

"La magica notte di Natale" di Clement C. Moore, illustrato da Ted Rand, ed. Nord-Sud

"C'est Noel !" 

Libri gioco sul Natale:

"Primi libri sonori: Natale"

"Babbo Natale" con slitta a retrocarica 

***

Tra le letture per adulti sul Natale, io consiglio:

Andrea Vitali, "Come fu' che Babbo Natale sposò la Befana"

Jhon Grisham "Fuga dal Natale"


Con questo post, partecipo al consueto appuntamento con il Venerdì del Libro ideato da Paola !