venerdì 6 febbraio 2015

"Mamma mia, non andare via !" , l'importanza della mamma.

Tempo fa abbiamo preso in prestito in biblioteca due bei libri dedicati alle mamme.




"La mamma più bella del mondo" e' la storia di una bimba, Luna, che perde la sua mamma al mercato e coinvolge altri venditori nella ricerca.
Il problema è che nessuna donna risponde alla descrizione della sua mamma, perché nessuna donna è abbastanza bella ed elegante....tranne la sua mamma!
La realtà è che per un bambino, la propria madre sarà sempre speciale, forse anche perchè con la sua innocenza e ingenuità, sa vedere oltre le apparenze ed i luoghi comuni.
Il lieto fine scalda il cuore e le illustrazioni sono veramente belle, curate e colorate.







"Mamma mia non andare via!

A mio parere è ancora più carino!
La protagonista è una mamma con una peculiarità, è una strega (di quelle buone!).
La sua bimba, in realtà, vorrebbe solo una mamma normale, che non tiri fuori ranocchie dalla tasca alle riunioni scolastiche, anche se Bice (così si chiama questa mamma) ce la mette tutta per sembrare "come le altre".
In ogni caso, le due "donne" sono molto legate e si vogliono tanto tanto bene.


Fino a che, un bel giorno, arriva una lettera che rende tanto felice Bice: le hanno assegnato un premio stregoso molto  importante!


Non sta più nella pelle dalla felicità ma...la sua bimba, Betta, non è dello stesso parere.
Perchè Bice si dovrà assentare da da casa per qualche giorno per andare ed ritirare il meritato premio al Congresso delle Streghe e sua figlia non è affatto felice di lasciarla, neppure per qualche giorno, ne' ha voglia di seguirla.

Per il bene della sua bimba, Bice, anche se a malincuore, si rassegna a scrivere un biglietto alle streghe che non potrà partecipare alla festa di consegna.
Solo che è così triste, perchè per lei è un riconoscimento così importante, che proprio non trova le parole.



Alla fine, decide che non sarebbe giusto rinunciarvi e, secondo me, che per la piccola Betta è arrivato il momento di accettare che una mamma è anche una donna che lavora e che merita delle soddisfazioni personali.
Betta lo capisce ma proprio non le va giù.
E allora, Bice si inventa un gioco per non farle sentire la solitudine. Perchè anche le streghe hanno il problema di trovare una baby sitter o degli aiuti!

Quale sarà la soluzione? Non ve lo svelo ma sappiate che coinvolgerò tutto il condominio e, al suo ritorno, mamma Bice ritroverà la sua bimba serena e felice!!!!



 Anche in questo caso, la Nord - Sud, casa editrice di questo libro, non mi ha deluso!
Il nano, invece, ha apprezzato più il primo albo, forse perchè la storia è più breve e meno complessa e lui è ancora piccolino.
Di questo, gli sono piaciute molto le illustrazioni.

Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di Home made mamma.