giovedì 13 agosto 2015

I tesori di casa nostra, Aosta


A volte siamo così impegnati a cercare luoghi esotici, paesi diversi, montagne da scoprire o mari cristallini da non accorgerci del bello che c'è intorno a noi e da sottovalutare le meraviglie culturali e paesaggistiche che offre ogni angolo di Italia.
O almeno, a me qualche volta capita.
Per fortuna, però, poi vengono parenti o amici in visita o semplicemente mio figlio domanda di poter visitare luoghi per noi familiari e allora mi ritrovo a guardare le città ed i paesaggi intorno a me con gli occhi curiosi di un turista ed il tempo di un locale.
Aosta, per esempio.
Capoluogo di regione. Non ne parlo mai, perché preferisco girare per le vallate della Valle d'Aosta e raccontarvi della natura montana, mentre nella cittadina ci vado soprattutto per lavoro.
Però è molto bella, vivibile perché sufficientemente piccola da non avere mai tanto traffico e non presentare particolari pericoli, si trova sempre parcheggio (tranne il martedì, giorno di mercato in centro), anche non a pagamento, e ci sono tutti i servizi ed i prodotti di cui si può aver bisogno.
Vi parte anche una seggiovia, poco distante dalla stazione, per salire alla località sciistica di Pila, con piste notevoli (non le mie preferite ma comunque molto belle), senza usare l'auto. E, soprattutto, ci sono le tracce di un passato romano importante, molto ben tenuto.
E il bello è che in una giornata a piedi si può ammirare tutto il centro, senza troppa fatica, volendo arrivando direttamente in treno (la stazione e' centrale), anche se i cambi per arrivare non mancheranno di certo.
Il teatro
Le porte pretoriane (foto qui sopra)
La piazza principale, da cui si dipartono le vie pedonali (quindi sicure anche per i bimbi) piene di negozi, pasticcerie, caffè e gelaterie.
Sant'Orso, con i suoi affreschi, la collegiata e le mura.
Senza dimenticare l'Arco d'Augusto
E dopo tanto passeggiare ed ammirare, non può mancare un esteso parco giochi, con diverse aeree distinte in base all'età dei bimbi e tanti giochi moderni e sculture di legno.
Zona palline, gratuita


 
Giochi d'acqua e sabbia
Scivoli, casette, tende

Anch'esso in centro, ma un po' nascosto, tra teatro e Sant'Orso. Chiedete indicazioni per strada!

Il problema sarà  portare via i bimbi !!!