venerdì 23 settembre 2016

"Sottacqua. Sottoterra" e "I draghi del Latemar": le letture del ricciolino biondo

"Sottacqua. Sottoterra" di Aleksandra Mizielinska e Daniel Mizielinski

ed. ElectaKids, 2015, ed. Italiana Mondadori Electa S.p.a, 22,00 Euro, pag. 108

 

Questo libro, di due autori polacchi, e' scelto in biblioteca dal ricciolino, un giorno che vi è andato con mia madre, all'inizio di agosto.

Ora, a fine settembre, e' ancora a casa nostra (tranquilli, ho rinnovato il prestito).

Perché? Perché è bellissimo, sia per l'idea di base, sia per le illustrazioni, nonché ricchissimo di informazioni.

Non è il tipo di libro che si legge una sola volta e tanto meno in un'unica serata. E' lungo e denso perché, con il suo ampio formato e le sue pagine "doppie", conduce il lettore in un viaggio entusiasmante fino al centro della Terra, a conoscerne il nucleo.

Da un lato, si parte dalla superficie del mare per immergersi ed esplorare gli abissi marini, fino alla fossa delle Marianne e, appunto, al centro della Terra, attraverso la fauna acquatica, la storia delle immersioni subacquee e dei sottomarini, il relitto del Titanic, i pozzi petroliferi, le formazioni rocciose e molto altro ancora.

Aprendo il libro dalla parte opposta, invece, si scende nelle viscere della Terra, tra miniere, metropolitane, minerali, vulcani ecc.

Malgrado sia pensato per lettori un po' più grandi del ricciolino biondo (direi perfetto dai sette/otto anni), lui lo sta apprezzando tantissimo e ascolta con attenzione la lettura serale, pagina dopo pagina.

Veramente una piacevolissima scoperta anche per noi, visto che le informazioni e curiosità fornite non sono affatto scontate!

***

"I draghi del Latemar" di Beatrice Calamari, illustrazioni di Simone Frasca

pag. 85, ed. Effe e Erre, Trento, giugno 2016, Euro 12,00

Abbiamo acquistato questo albo illustrato, in formato non rigido (quindi un po' fragile, nelle mani di un bambino di quattro anni), nel corso della nostra vacanza estiva in Trentino - Alto Adige, ai piedi del Latemar.

Il libro, infatti, e' stato pensato dalla società Latemar 2200 S.p.a., che gestisce la funivia del Latemar ed il progetto MontagnaAnimata, di cui vi parlerò presto in un'altro post.

Narra la storia della scoperta, da parte di un variegato gruppo di bambini di Predazzo, dei draghi del Latemar.

Un giorno, nel fondo valle, questi bambini sentono alla radio un nuovo deejay, di nome Cikky, che con le sue parole insinua in loro il dubbio dell'esistenza, sulla montagna, di una comunità di draghi, spingendoli a cercarli e instaurare con loro un rapporto di amicizia e reciproco aiuto, perso nella notte dei tempi a causa della scorrettezza degli esseri umani.

Una storia di fantasia ambientata nella zona del Latemar, che fa venire voglia di esplorare la montagna come i piccoli protagonisti ed invita ad "aprire il cuore".

In fondo, vi sono le "schede personali" dei draghi protagonisti della storia.

Anche in questo caso è un libro forse più adatto a lettori dai sei /sette anni, ma è comunque piaciuto molto al ricciolino biondo, aiutandolo a fissare nella memoria la gita estiva in zona. D'altra parte, a quale bambino non piacerebbe l'idea di conoscere dei veri draghi?

Noi abbiamo acquistato il libro sul posto, alla stazione di arrivo della funivia del Latemar, però penso che sia reperibile anche altrove.

Se state programmando un viaggio in Trentino, sarà anche un ottimo acquisto per prepararsi alla partenza!

 

Con questo post, come di consueto partecipo al Venerdì del Libro di Home Made Mamma.