lunedì 21 novembre 2016

Cinque anni


CINQUE ANNI

Cinque anni, che a viverli giorno per giorno mi sembrano tantissimo ma poi, ad ogni ricorrenza, mi guardo indietro e sono volati via in un soffio.

Ti ho fatto gli auguri, ti ho stretto, abbracciato, festeggiato e sbacciucchiato.

Poi è stata, semplicemente, festa. 

Tantissimi amici, giochi, torte, cioccolatini, regali, patatine, chiacchere, caccia la tesoro, tiro alla fune, divertimento.
 


A noi hai chiesto gli scarponcini nuovi da montagna, perchè quelli che avevi dopo due anni stavano un pò stretti in discesa.
Li hai scelto con orgoglio tu, in negozio.
Come quelli di mamma e papà.
Poi li hai indossati in casa tutta la sera e per andare a scuola la settimana dopo.
Li avresti voluti anche oggi, al posto degli stivali da pioggia, perchè ti piacciono. Perchè tu sei così.

Già cinque anni.
Io stento ancora a crederci.