lunedì 9 gennaio 2017

Dinosauri in mostra

Il 2017 noi lo abbiamo inaugurato con una mostra pensata per i bambini, vista in compagnia di una coppia di amici con una bimba dell'età del ricciolino.
Una mostra temporanea, aperta fino alla fine di febbraio, alla Società promotrice delle Belle Arti di TORINO, posta praticamente di fianco al Castello del Valentino, sede della facoltà di Architettura, nel Parco del Valentino (parcheggi lungo le vie del circondario, a pagamento, o al parcheggio di Torino Esposizioni, sempre a pagamento).

Si tratta di una mostra di DINOSAURI a grandezza naturale, collocati in sale in cui è stato riprodotto il loro habitat naturale, caratterizzati dal suono e dal movimento.
In pratica, alcuni dinosauri muovono la testa o la coda ed emettono i loro versi e ruggiti, sembrando quindi "vivi".



Sul sito la mostra viene pubblicizzata come : "La più grande mostra di dinosauri animatronici realizzata in Italia! Un’incredibile ricostruzione dell'epoca preistorica, con ambientazioni mai viste e una straordinaria immersione nella terra dei giganti. Il fascino ed il mistero dei dinosauri: oltre 35 riproduzioni "VIVE" degli indiscussi dominatori della terra di milioni di anni fa."




Io non sono una grande esperta di mostre riguardanti gli animali preistorici, avendo visitato solo musei di scienze naturale (il MUSE di Trento e il museo di Trieste), in cui si trovavano scheletri e riproduzioni. 
Tuttavia devo ammettere che mi aspettavo qualcosa di più coinvolgente, soprattutto considerando il prezzo non proprio economico, per una visita che non ci ha portato via più di un'ora/un'ora e mezza: 28,50 Euro in tre (due adulti ed un bambino, biglietto famiglia).
Questo però è solo il mio parere di adulta (peraltro non particolarmente appassionata di dinosauri), condiviso dall'Alpmarito.


Tutt'altra opinione hanno espresso i bambini: il ricciolino e la sua amichetta ne sono infatti stati entuasiasti ed hanno più volte ripetuto di aver apprezzato la mostra.
Considerando che era pensata e dedicata a loro, è dunque stata un successo.


La grandezza delle riproduzioni, effettivamente ben fatte, è davvero impressionante ed i pannelli esplicativi sufficienti a soddisfare la curiosità di adulti e bambini.
In più vi sono tre sale per giocare: una in cui i bambini trovano lunghi tavoloni, colori, sagome e fogli, per provare a disegnare i dinosauri seguendo le istruzioni proiettate su un muro (io ci ho provato ma il risultato mi vergogno a mostrarlo!!!) o colorando gli appositi prestampati, una con due diversi dinosauri a cui salire in groppa, per una foto ricordo (gratuita), con un angolo allestito dalla Quercetti, con i quadri di dinosauri realizzati con i classici "chiodini" ed una pista da biglie gigante da provare; un'altra sala in cui appendere i disegni sulle bacheche e provare a scavare in cerca di fossili come veri paleontologi.



 Nell'ultima sala della mostra è possibile farsi scattare una foto dentro uova di dinosauro giganti (al costo di 8 Euro).

 Insomma, una mostra da non perdere se i vostri bimbi sono appassionati di questi grossi animali preistorici!

 Dopo la visita, una bella passeggiata nel Parco del Valentino e nel Borgo Medioevale (di cui ho già parlato qui), secondo me è d'obbligo!

Presepe nella piazzetta del Borgo medioevale del Valentino



p.s. Al termine della mostra vi è un piccolo bar e shop, in cui acquistare giochi a tema. Se comprate on line il biglietto, ricordate di stamparlo, altrimenti vi toccherà fare comunque l'eventuale cosa - noi lo abbiamo visto accadere. Qui tutte le info su costi ed orari. All'interno ci sono delle scale, anche se poche, tra cui quelle per accedere ai bagni, tenetene conto per passeggini & co.).

Post non sponsorizzato.