lunedì 10 febbraio 2014

Vorrei...perché tu.

Ascolto il tuo respiro regolare nel silenzio del mattino.
Mi alzo e vengo a vederti dormire nel tuo lettino, scoperto come al solito, con il visino rilassato e le braccia allungate sopra la testolina, i riccioli biondi sparsi sul cuscino.
Ti copro e torno a letto. 
E penso.
Penso a ieri, a come ci siamo divertiti a giocare con la neve.

 
 
Penso a te, a me, a noi tre.

Vorrei essere una madre migliore per te, che sei un bambino buono, intelligente ed obbediente e per questo forse mi sono abituata a pretendere troppo da te, a vederti più grande.
Vorrei urlare meno, perdere meno la pazienza, non minacciarti mai, non "ricattarti" mai.
Vorrei  sgridarti di meno e con toni più pacati.
Vorrei giocare di più con te, coccolarti di più, senza fretta e senza pensieri.
Vorrei assecondarti di più, invece di incastrare gli impegni e cercare di rendere interessanti ai tuoi occhi le commissioni ed i doveri di ogni giorno.

Perché tu,
tu che hai tolto il pannolino in due settimane e lo hai deciso da solo,
tu, che a due anni e tre mesi parli come un bambino grande, 
tu che ti arrampichi ovunque e lo vedo che sali e scendi con le posizioni giuste da scalatore, 
tu che mi aiuti a riordinare i giocattoli, 
tu, che ti diverti a contare le mollette per stendere e me le passi orgoglioso, 
tu che adori fare la spesa con il carrellino, 
tu, che ti metti i muffins al cioccolato nel carrello e quando ti si dice che no, oggi non è Natale o il tuo compleanno, non si comprano giochi, non insisti mai, 
tu che ti metti e togli i pantaloni da solo, 
tu che vedi le briciole per terra e corri a prendere la tua scopina per pulire, 
tu che adori aiutarci a cucinare e lo fai meglio di me, 
tu che ci saluti dicendo " vai piano in macchina, guida con due mani", 
tu che dici "grassie" e "per piacere" sempre,
tu che controlli che la micia abbia sempre da mangiare e la rimpinzi, 
tu che chiedi "posso?" prima di fare ciac ciac nelle pozzanghere, 
tu che mi sgridi se non rimango sul marciapiedi
tu che riconosci i modelli di auto meglio di me e ti diverti a trovarne di uguali a quelle delle persone che conosci, 
tu che ci imiti in tutto e ieri mi hai detto: "Uffi, che stress!"
tu che sorridi e illumini le mie giornate, 
tu che quando non siamo insieme mi manchi da morire e quando lo siamo mi stanchi peggio che lo sci alpinismo al termine di una giornata di lavoro...


tu meriteresti il meglio di me, sempre.
 vorrei essere sempre al meglio, per te, cucciolo mio.
 


P.s. Se fossi più grande, appena sveglio ti direi tutto questo abbracciandoti forte forte o forse te lo scriverei.
Se lo facessi ora, dopo un po' ti divincoleresti irrequieto e mi chiederesti il perché di queste lacrime.
Perché si piange anche per troppo amore ed è una cosa bella, ma è difficile spiegartelo, ancora.
E allora lo scrivo qui e spero che un giorno lo leggerai e capirai quanto la tua mamma ti vuole bene!

23 commenti:

  1. Non credo che il tuo bimbo abbia bisogno di leggere queste bellissime parole per capire quanto bene gli vuoi!
    L'ostetrica al corso preparto (ormai anni e anni orsono) ci disse: i vostri figli vi vorranno così bene che vi perdoneranno tutto, stanchezza, arrabbiature, ...
    Sono sicura che nonostante i vostri "momenti no" (che capitano a tutti) tuo figlio percepisci l'amore che gli sai dare ogni attimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero tanto anche io! Vorrei fosse sempre sereno e felice.

      Elimina
  2. Mi hai commossa! Il mondo ha bisogno di Amore. Nutriamolo con tutto questo!

    RispondiElimina
  3. Bellissimo questo post, bellissime le parole per il tuo nano, me lo immagino mentre dice e fa le cose che descrivi. così piccoli e ci tengono già in pugno (ma è giusto così)

    RispondiElimina
  4. bello davvero quello che hai scritto, al di la' delle belle parole commoventi m viene d dirti, sei fortunata ad avere un bimbo ubbidiente e che percepisce in fretta le cose.
    vuoldire che sei stata tu brava ad aiutarlo a crescere cosi' bene.
    a volte mi cnhiedo invece se sono io che sbaglio..in tutto quello che sto facendo, dal pannolino a tanti capricci..:(

    RispondiElimina
  5. Devi conservare queste riche e fargliele leggere tra qualche anno: sarà commosso dall'amore della sua mamma!

    RispondiElimina
  6. Da quel che racconti del tuo piccolo, secondo me sei stata una mamma eccezionale e non hai motivo di criticarti o di pensare a cosa vorresti fare, essere, migliorare. L'educazione e la maturità che dimostra tuo figlio deve avere origine dalla sua famiglia, da come mamma e papà lo crescono e da ciò che gli trasmettono.
    Sii fiera di te stessa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!
      Purtroppo, nella vita di ogni giorno, tendo a vedere più ciò che non va che ciò che va, anche nel suo comportamento e a cercare il perché....ma ogni tanto le lodi fanno proprio piacere! E poi credo che il merito sia anche del nido, dove le maestre sono eccezionali, e dei nonni, che pur viziandolo gli insegnano tantissimo.

      Elimina
  7. Che meraviglia!!! E che voglia di tuffarmi nella neve;-)

    RispondiElimina
  8. Quella meraviglia che e', e' anche merito tuo....lui sa di essere fortunato, e vive la vita perfetta e giusta per lui....poi ogni tanto tutti diciamo "Uff che stress!" :-)))))

    RispondiElimina
  9. che emozione! E tutta quella neve a rendere ancora più tenere le parole!

    RispondiElimina
  10. Bellissima la neve e dolcissima tu!C'è un premio per te da ritirare nella mia tana :-)

    RispondiElimina
  11. bellissimo. La prova che dietro un fantastico bambino c'è sempre una mamma fantastica...

    RispondiElimina
  12. la neve rimane sempre e comunque magica...

    RispondiElimina
  13. @tutte: grazie delle vostre meravigliose parole!
    @annina: non sbagli tutto, non pensarlo neanche. Anche il nano fa un sacco di capricci, e' testone e ha i suoi difetti, come tutti i bimbi. Ne avevo già parlato in diversi post (esempio quello sui capricci del mattino) ...e poi non dipende solo da noi mamme!

    RispondiElimina
  14. <3
    E' bellissimo amare così tanto!

    RispondiElimina

Un commento educato è sempre gradito!