giovedì 4 dicembre 2014

Mamma avvocato in cucina: torta al cioccolato, senza burro.

Le settimane estive passate a lavorare in rifugio mi hanno lasciato molto ed insegnato tanto.
Ad esempio, come fare una buonissima e facile torta al cioccolato, peraltro più leggera delle solite.

La ricetta è della cuoca Patrizia ed il segreto è un vasetto da 125 gr di yogurt.
Non serve solo per il suo contenuto ma anche per misurare tutti gli altri ingredienti.
In questo modo si risparmiano strumenti e si semplifica al massimo, a prova di bimbo!

Torta al cioccolato con lo yogurt


Ingredienti:
1 yogurt da 125 gr (un vasetto). Se decidete di fare la torta al cioccolato, secondo me e' meglio bianco o alla vaniglia, altrimenti potete anche utilizzarne uno alla frutta.
3 uova
2 vasetti di zucchero o fruttosio
1 vasetto scarso (circa 100 gr ma se lo riempite fino all'oro non capita nulla, mi è già successo!) di olio di semi. Io non uso l'arachide per l'allergia.
3 vasetti di farina oppure 2,5 vasetti di farina e 0,5 di fecola (oppure 2 di farina e uno di fecola, ho già provato anche così!)
1 bustina di lievito istantaneo per dolci
1 vasetto di cacao in polvere, meglio se amaro, per non esagerare. Comunque, questo sta a voi!

Sbattere il rosso delle uova con lo zucchero, usando la frusta a mano o il frustino elettrico (io uso il secondo): ho imparato che per sbattere bene e' utile una pentola quasi cilindrica in acciaio inox, che pare che in gergo tecnico si chiami "la bastardina".
Per intenderci, quella che vedete messa davanti nelle macchine impastatrici.
Costa un botto ma, essendo fredda e alta, funziona bene.
In alternativa, io uso la pentola di acciaio della pasta, che tanto avrete e funziona comunque (almeno secondo me, l'Alpmarito e' di diverso avviso).
Poi aggiungete l'olio, lo yogurt, la farina.
Mescolare il tutto finché non si amalgama un po'.
Questa è la parte che io faccio fare al nano.
Ora aggiungete il vasetto di cacao in polvere, mescolate nuovamente e aggiungete la bustina di lievito.
Lasciate il bimbo (o il marito) a mescolare.
In un'altra terrina, possibilmente anche essa in acciaio o in vetro, comunque fredda, montate il bianco delle uova a neve con il frullino, a mano o elettrico, eventualmente con un pizzico di sale (dicono aiuti, ma io ne faccio anche a meno).
Aggiungete il bianco montato al composto, poco per volta e amalgamando con movimenti dal basso verso l'alto, non circolari. (Questo era l'ordine della cuoca, pare per non "fare sgonfiare il bianco")
Imburrate e infarinate la tortiera e versatevi tutto il composto.
Infornate a 165 gradi per circa 45-60 minuti.

Eventualmente guarnite con zucchero a velo o bastoncini di zucchero colorato.

Ecco il risultato!
  In versione cacao amaro...


 ed in versione cacao al latte e cannella, appena sfornata.



Si conserva fuori dal frigo, rimanendo abbastanza morbida, anche due e tre giorni.

Il gusto e la consistenza è quella dei muffins al cioccolato (volendo potete anche mettere pezzi di cacao per fare le goccie), però meno burrosi e dunque più leggeri...il nano ne va pazzo!