martedì 16 luglio 2013

Una domenica di scatti a Cogne

Potevamo stare senza montagna???
Ovviamente no.
Così domenica di buon mattino, il nano e la mamma si sono diretti alla volta della meravigliosa Cogne, questa volta in compagnia di un gruppo di conoscenti appassionati di fotografia e dei nostri due "maestri" di scatti.
La bici, come al solito, e' venuta con noi.



Le cascate di Lillaz ci hanno incantato, con il loro magnifico sfoggio di potenza
La mamma ha fotografato poco ma gioito tanto

Peccato solo per l'eccesso di gente.
Lo so, e' una affermazione antipatica ed impopolare ma e' cosi' e io, che non vivo di turismo (altrimenti starei zitta), di molti turisti farei volentieri a meno.
Gelosa del cielo, dei prati, delle cime...quasi come se mi appartenessero.
Ed invece sono io, che appartengo a loro.
Guardare da lontano e non poter essere di nuovo e ancora lassù, un dolore sordo al petto, nostalgia e desiderio....poi il sorriso e le risate del nano, i piedi penzoloni da un muretto, gli occhiali da sole ben calati e lo stupore negli occhi...e la consapevolezza di essere fregata, ora e per sempre.
Perché non posso rinunciare a nessuno dei due.

Sogno la roccia ed il ghiacciaio tenendo per mano un nano in bicicletta.
E mi consolo come posso, tra scatti e chiacchiere in compagnia.




12 commenti:

  1. Mi piace il mare d'estate per diversi motivi ma sono irrimediabilmente innamorata della montagna, estate, inverno, qualunque stagione. Solo a vedere le tue foto, mi sento meglio, l'aria pulita, fresca al punto giusto, quella sensazione di respirare meglio e di avere più energia....e poi il paesaggio....quanto può essere bello un paesaggio di montagna in questa stagione?!?! Riempie cuore, occhi, anima e polmoni!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene!!
      Anche il mare ha il suo fascino e forse lo amo di meno solo perché lo conosco e vivo meno.

      Elimina
  2. Cogne....estate 1983...io, i miei genitori, mio fratello, gli amici di Alessandria che ci ospitavano ad Etroubles nella loro casetta delle vacanze...ricordi meravigliosi di me bambina che corro sui prati e mi arrampico dove posso e mi incanto davanti alle cascatelle e agli arcobaleni che intravedo tra gli schizzi d'acqua...
    Grazie per avermi riportato indietro nel tempo stamane :-)

    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello!
      Lieta di aver riportato alla mente così bei ricordi!
      Non è ora di tornare???
      Dai!

      Elimina
  3. uao!che bello! le foto sono meravigliose (e pure il biciclettaro!). Posso venire da turista? :-))))

    RispondiElimina
  4. A Cogne non ci sono mai stata ma è una gita di quelle che vorrei fare entro l'estate. Con la nascita dei nostri cuccioli dobbiamo scendere a compromessi.... tante cose che facevamo prima per ora non possiamo farle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E già, però è dura abituarsi all'idea, anche se non tornerei mai indietro!

      Elimina
  5. Io sono gelosissima delle mie montagne e vorrei essere sempre sola...il piccolo che sale in bici è splendido...sarà sicuramente un futuro motard, magari un Harlista...vuoi che lo iscrivo già? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché no?
      In realtà in famiglia siamo più Ducatisti però...chissà cosa piacerà a lui!
      Allora non sono l'unica gelosa!

      Elimina
  6. Queste immagini riempiono il cuore anche a me, che non sono una grande amante della montagna d'estate (lo ammetto!!!).
    Il piccolo ciclista è bellissimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Sono sicura che se venissi con noi ti divertiresti ; -)

      Elimina

Un commento educato è sempre gradito!