martedì 2 luglio 2013

L'emozione di una mamma

Ci sono occasioni che mi colgono impreparata, che non so come affrontare e di fronte alle quali vorrei saper mantenere maggior controllo, un certo contegno.
Invece...mercoledì siamo stati alla festa del nido e, anche se lo sapevo da un paio di settimane, ero eccitata come una bambina e curiosa di osservare le reazioni del nano.
Lui inizialmente è rimasto intimidito e un po' spiazzato.
Perché il nido e' anche un po' la sua casa, sua, dei suoi compagni e delle maestre e trovarsi frotte di fratellini/sorelline e genitori che la invadono, non è cambiamento da poco.
Le maestre (bravissime, come al solito) avevano organizzato degli angoli attrezzati con giochino organizzati. Il nano, però, forse perché ancora troppo piccolo o forse perché lui è fatto così, li ha snobbati, divertendosi con gli amici e da solo sullo scivolo, con i palloncini e in una casetta di plastica.
Ad un certo punto e' arrivata la sua amichetta, che lo adora e appena lo ha visto lo ha abbracciato di slancio e sbaciucchiato, mentre lui, come al solito, cercava di divincolarsi, salvo poi rincorrerà e chiamarlo un minuto dopo.
Erano tenerissimi!
Poi è arrivato il momento della canzoncina di saluto per i bimbi grandi, che a vederli mi sono commossa, perché sono ancora così piccoli, in realtà, che pensare che il prossimo anno cambiano scuola mi fa impressione.
Infine la consegna di un piccolo dono ad ogni bambino: una bandierina con la foto di ciascuno da un lato e il testo della canzoncina dall'altra e una maracas artigianale con sorpresa "animale".


Lo sguardo fiero e l'incedere serio e composto del mio nano, che tornava a sedersi dopo aver ritirato il tutto dalle mani della sua maestra preferita, camminando al fianco del suo papà...è una emozione ed una immagine che credo non scorderò mai.
E no, non pubblicherò le foto di quel momento, e' troppo intimo e privato per condividerlo!
Dopo, buonissimi biscotti (ho strappato al cuoco la ricetta, ma non credo che saprò uguagliar lo, erano divini), pizza, insalata di riso e torte, salate e dolci e quattro bimbi, nati a pochi giorni di distanza gli uni dagli altri, seduti affiancati su una panchina di legno a divorare il cibo e sorriderai, a rovesciare l'acqua e combinar pasticci insieme, a condividere e scambiare camion e maracas, complici e amici.
E noi genitori (i papà erano tantissimi, anche grazie all'orario- dalle 17 alle 19 -scelto dalle maestre) felici spettatori di curiose interazioni infantili.

Le maestre, la direttrice e il personale della cucina sono stati meravigliosi e una volta di più, ho capito che il nido, quel nido, e' stata la scelta giusta. Non finirò mai di ringraziarli perché ci hanno regalato una di quelle emozioni che si conservano nel cuore.



18 commenti:

  1. le feste di fine anno sono meravigliose! Soprattutto quelle dei piccoletti: puoi leggergli negli occhi l'emozione!

    RispondiElimina
  2. Per noi e' iniziato l'ultimo mese e da poco le maestre ci hanno consegnato una cartella con i lavori fatti. L'ho aperta e subito dopo richiusa, mi ci vorrà del tempo prima di guardare senza piangere!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso immaginarlo...deve essere bellissimo! Spero che il prossimo anno lo faranno anche da noi!

      Elimina
  3. Hai letto e commentato da me, quindi sai che ho appena vissuto questa grande emozione per la mia monella che ha finito la scuola dell'infanzia...
    E' bello, vero? Sono cose che non si dimenticano, no.
    Mi fa piacere sapere che il tuo nanetto abbia avuto una bella esperienza al nido, lo aiuterà ad affrontare poi l'inserimento alla scuola dell'infanzia.
    Un bacione, ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, infatti mi sono ritrovata nel tuo racconto.
      È un sollievo sapere che sta così bene...come la tua monella!

      Elimina
  4. sono emozioni che ti rimangono nel cuore e soprattutto se è stato un posto molto apprezzato dai nostri figli...io mi riservo di fare un book digitale con le feste di fine anno (due twins due feste) integrate con recite teatro e musica finali, i twins sfogliano sempre allegramente questi album e ricordano con piacere gli amichetti (che si sono intervallati negli anni e quindi non sempre presenti)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Www, che idea!
      Non so se io sarei capace di realizzato:brava!
      De figli, due emozioni...quante lacrime di gioia?

      Elimina
  5. Mi sono emozionata leggendoti...
    quant'è bello vedere che stanno bene al nido, che interagiscono, che sono a contatto con persone professionali e stimolanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      È bello e un sollievo, in effetti, però a volte vorrei godere lo di più!
      Mai contente, noi mamme

      Elimina
  6. che bella atmosfera hai descritto (e che bella la maracas!)... per noi sono gli ultimi giorni delle attività estive dell'ultimo anno della scuola materna e so già che mi verranno i lucciconi l'ultimo giorno. Godetevi questo periodo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso immaginarlo...sarà difficile trattenere le lacrimuccie! Io non ne sarei capace, temo!
      Cercheremo di godersi questi momenti il più possibile

      Elimina
  7. ...non vedo l'ora di partecipare anch'io a cose come queste!.....al momento la soddisfazione maggiore di questa settimana è stato vederlo afferrare un gioco per la prima volta! eheh...aspetto fiduciosa...

    RispondiElimina
  8. Quello è il primo passo...gli altri verrano con il tempo...che volerà, anche se ora non sembra!

    RispondiElimina
  9. quando era toccato a me....mi ricordo che non vedevo l'ora di vederlo muoversi da solo con gli altri bambini.... mi piaceva osservarlo. a me le feste del nido e della scuola materna mi son sempre piaciute.

    RispondiElimina
  10. Che bella una festa così! da noi non l'hanno mai fatta... peccato!

    RispondiElimina

Un commento educato è sempre gradito!