lunedì 21 luglio 2014

Perle di fanciullesca saggezza

Dopo pranzo, la bar, pronti per il rito del caffè.
L'Alpmarito ed io, la nonna e il mio piccolo uomo.
Io: "Nano, vai tu a chiedere i caffè alla barista?"
Il nano: "Sì, però mi accompagni mamma?"
"Certo."
Raccolgo le ordinazioni: due lunghi e uno macchiato.
Arriviamo al bancone, alzo il nano perchè arrivi al livello della barista e lo incito a chiedere.
E lui: "Due cafè lunghi e due sporchi, no, uno sporco, per il mio papà!"

Quante risate mentre il nano ci guardava perplesso!

Nella stessa settimana.

Educatrice: "Che lavoro fa la tua mamma?"
Il nano: "Parla, parla tanto!"

Quando me lo ha riferito divertita, mi sono messa di impegno a insegnargli il mio lavoro.

Io: "La mamma fa l'avvocato. Ripeti a.v.v.o.c.a.t.o."
Il nano: "Sì, ho capito: avvocato. Quindi parla, parla tanto!"
Io: "No dai, non parlo soltanto."
Il nano: "E' vero. Scrivi anche al copputer!"

Mattina estiva (di quelle rare, visto il clima di questi tempi).

Io: "Che dici. Ti piace la mamma con questa gonna?"
Lui: "Sì mamma, sei bella, sembri una ballerina!!!"


E' bello specchiarsi neglio occhi del proprio figlio.