venerdì 11 luglio 2014

Un libro, anzi tre

"Bridget Jones, Un amore di ragazzo", di Helen Fielding, pag. 466, Rizzoli, settembre 2013
Romanzo leggero, da ombrellone, ma con una nota malinconica marcata, nonostante l'ironia e gli episodi esilaranti.
Forze un po' forzato, rispetto agli altri relativi ad una Bridget Jones che, in questo libro, e' ormai vedova, fintamente occupata (nel senso che un po' ci prova a lavorare, ma senza tanta convinzione e senza molto successo) con due bimbi a cui badare, una madre di poco aiuto. tanti amici incasinati ma fedeli e...un toy boy che farà da "innamorato cuscinetto" fino a che...qui mi fermo, per non rovinarvi il piacere della lettura, anche se il finale non e' originale.
***
"Tutti mi danno del bastardo" di Nick Hornby.
Si tratta di un racconto breve, in pieno stile Hornby, carino e ben scritto, però....sa di incompiuto e non mi ha lasciato molto (io però non amo i racconti già di mio). Mi è sembrato più l'inizio di un romanzo che sicuramente sarebbe stato appassionante che un libro in se'. Insomma, bello ma veramente troppo breve.
***
"La mamma perfetta non esiste" di Kristine Carlson



L'autrice, mamma e nonna, racconta la sua esperienza di madre e moglie, aiutando a superare i classici sensi di colpa e dubbi che tendono a riguardare un po' tutte noi.
Ci sono molto buon senso, qualche riflessione interessante e non pochi spunti, però devo ammettere che io non l'ho trovato particolarmente utile e illuminante, un po' perché alcune situazioni e preoccupazioni mi paiono tipiche della realtà americana e poco vicine alla società in cui vivo, un po' perché non è stato uno di primi libri di questo tipo letti.
Lo consiglio, quindi, soprattutto alle neo mamme.
Con questo post, partecipo al Venerdì del Libro di Home Made Mamma.