mercoledì 19 novembre 2014

Il suo terzo compleanno

Niente post strappalacrime, a questo giro.
Non perchè non ne sentissi il bisogno, anzi.
E' solo che non ce ne è stato materialmente il tempo.

Abbiamo organizzato la festa con gli amichetti, i due del nido, che anche se ora vanno in un'altra materna l'intesa è palpabile. Uno della nuova scuola, con cui c'è stato subito feeling, tre figli di amici di amici, con cui si vede spesso, piu' relativi fratelli e genitori.

La festa pare riuscita. Il nano si è divertito, gli altri bimbi sembra anche e noi genitori abbiamo chiaccherato piacevolmente.

Questa volta io e l'Alpmarito abbiamo preparato tutto con le nostre mani e meno. Tanto è avanzao qualche cosa comunque.


Le foto come al solito non rendono ma era anche una bellissima giornata..peccato che stagione e ora non ci abbiamo permesso di godere del giardino.
Pero' questa volta nessuno si è perso, grazie alle frecce disseminate ad ogni incrocio preparate da me e dal nano!!!!
 Tovaglie, bicchieri, piatti e tovaglioli di carta con Tom e Jerry scelti dal nano, snobbando Peppa (se invece ci fosse stata la Pimpa...)



Patatine, focaccia, pizza (nelle foto non cè, è stata divorata appena sfornata, calda), panini con salame, prosciutto crudo e coppa.
Bibite, acqua e succhi di frutta per i bimbi, idem piu' il moscato che prepara mio zio, per gli adulti.

n.b. L'angolo dei liquori era parte dell'arredamento ma non lo abbiamo usato, neppure noi adulti, anche perchè era pomeriggio!!!!




Due torte, fatte da me ed il nano: torta soffice al cioccolato e crostata alla marmellata di ciliegie (della nonna Mariella)...buonissime e apprezzatissime!



Mentre fuori il sole tramontava...

E poi una cena con l'amichetta che non poteva esserci ed i suoi genitori, con tanto di torta al cioccolato anche questa volta, pasticcini e altra torta per i dopocena con le nonne materne e poi con i nonni e cuginetti dal lato paterno.
E tanti regali che il nano ha molto apprezzato, anche se dimostrando di preferire il festeggiamento e la compagnia in sè, al dono.

Infatti, terminati i festeggiamenti, mentre riguardavamo e ricapitolavamo i vari regali ricevuti, lui stesso ha fatto notare che era molto fortunato ad avere tante cose belle.
Io ho fatto presente che aveva ragione e non era cosi' per tutti i bimbi, purtroppo e lui ha voluto saperne di piu', per poi concludere che forse per Natale potevamo fare dono di qualcosa che non usava piu' a questi bimbi sfortunati...
Ci proveremo.

Ti auguro di conservare quetsa bontà d'animo, amore mio piccolo, e questa generosità, di saper riconoscere l'mportanza delle persone, senza sopravvalutare quella degli oggetti.
Ti auguro tanta serenità e momenti piacevoli circondati da amici e parenti che ti vogliono bene e ti accettano come sei, ti auguro di realizzare i tuoi sogni e di averne sempre di nuovi.
Ti auguro, ahimè, che l'Italia cambi davvero.
Visto che pero' al momento sta sprofondando sempre piu' nel baratro della recessione, tra nuove tasse e imposte, problemi burocratici e miopia dei governanti, ti auguro di avere la forza ed il coraggio di andartene, se necessario, per realizzare i tuoi sogni.

Auguri, mio ricciolino biondo.