mercoledì 27 novembre 2013

Lato B

Questa mattina ho dato sfogo ai miei pensieri.
Per fortuna, però, c'è anche il lato B.
E io voglio, devo, ho bisogno,
di mostrare anche questo.


Il colore delle foglie d'autunno

La Supa ad coi...
La gioia del mio bambino, mentre batte le manine e sorride alla sua festa..
O meglio, le sue feste, che ci è costato tanta fatica organizzare, ma sono state un successo.

Svegliarsi una mattina, dopo una settimana di freddo e pioggia, aprire la porta e ringraziare di abitare in Valle d'Aosta

Perché il bianco mi strega.
Ci sono le mie nipotine ed i miei nipotini.
Ci sono passeggiate nei boschi con la mia famiglia.
Le serata nella palestra di arrampicata.
Il sorriso del mio bambino e la luce negli occhi limpidi dell'Alpmarito.
E c'è che sono piemontese fin nel midollo, anche se valdostana d'adozione, ormai.
E ho ritrovato la bela madama Turin, più signorile, maestosa e splendida che mai.

Perché a volte un'ora e mezza di treno possono sembrare troppi...
Ma un tuffo nel passato può fare bene.
Perché Torino e' un po' cambiata e a scendere nella nuova Porta Susa sembra di arrivare in una moderna città europea...
Anche se poi i treni sono sempre quelli e sempre in ritardo...
Vederli con gli occhi seri ma felici del nano, e' tutta un'altra impressione.

Lui, che non c'era mai stato, se non nella pancia della sua mamma.
Lui, che quando camminavamo tra queste strade tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, con qualche vetrina diversa, qualche negozio in più, era solo un sogno che ci accarezzava i pensieri.
E ora cammina di fianco a noi.


Sembra passato un secolo, invece sono solo pochi anni..e lei, ora come allora, la prima capitale di questa nazione che tanto mi delude, non delude mai.


Riservando persino, qualche piccola piacevole sorpresa dal sapore francese...



Il Natale e' alle porte.
E poi...c'è sempre il rovescio della medaglia, purtroppo (Mammavvocato: Lato A).