mercoledì 17 giugno 2015

E alla fine, la recita? La festa di fine anno ed il colloquio con la maestra

Vi ricordate il post di sfogo/accusa di qualche giorno fa? Quello relativo anche alla recita di fine anno alla materna, alle tasse ed ai centri estivi.

Non lo ricordate? Leggetelo e ditemi cosa ne pensate, perché dopo un convegno sulla previdenza, le imposte sul reddito pagate ieri e la TASI, sono ancora più arrabbiata.

Comunque.

Alla fine, alla recita ci sono stata ma il prossimo anno con cavolo che lo rifaccio, se ho un altro impegno importante!

Alle 8 a.m. ho portato il ricciolino biondo a scuola. Sono passata in ufficio a controllare le mail ed alle 9 ero a 25 km (in statale, strada a tornanti) di distanza a registrarmi al Convegno. Niente coffee break. All'una e dieci hanno sospeso i lavori ed allestito il buffet ed io ho ingurgitato gli unici due tramezzini senza pomodoro, erba cipollina, salse, erbe strane, cetrioli ecc. a cui sono allergica.

Oltre a due salatini al würstel (2 di numero) che in teoria non avrebbero dovuto aver niente e invece mi hanno costretto a prendere di corsa un antistaminico.

Alle 13.30 sono salita in macchina e sono partita alla volta della scuola. Alle 14 ero lì ma ho trovato parcheggio solo a dieci minuti a piedi.

Alle 14.10 sono entrata e...il balletto di tutti i bimbi, tra cui mio figlio, che avrebbe dovuto essere alle 15.00, lo avevano già fatto. Cambio di programma dell'ultimo minuto, dopo aver appeso cartellone con diverso orario e avermi rassicurato il giorno prima ed il mattino che "no, figurati, non prima della tre!!!"

ARGHH!!!

Comunque ho assistito alla recita dei bimbi dell'ultimo anno e dei loro genitori, che si sono inventati una idea carinissima: Le maestriadi!

Infatti, dopo un balletto con canzoncina a tema cucina, tutti con grembiule e cappello da cuoco, a sorpresa hanno diviso le maestre in tre squadre (tre come le sezioni) e le hanno costrette a gareggiare a chi tagliava prima una pesca, chi indovinava gli aromi e le spezie e chi trovava prima una chiave in sacchi di riso...con tanto di medagliere e premio, ossia il regalo per le maestre!

Anche per il regalo, i genitori dei bimbi grandi hanno avuto una bella idea: palloni da basket e calcio, due porte da calcio e un canestro, per far divertire ancora di più i nostri figli.

Senza dimenticare un ringraziamento ai cuochi e una targa di ottone a forma di pentolone da sfoggiare in cucina, oltre all'immancabile foto ricordo.

Lo sforzo profuso da questi bimbi e genitori, in effetti, meritava un vasto pubblico.

Già tremo al pensiero di quando toccherà a me ed agli altri genitori di quello che sarà l'ultimo anno!!

Poi c'è stata la cerimonia dei diplomi per i "grandoni" ed il via libera per la merenda (portata da tutti i genitori).

Alle 15.10, salutato il nano, che quanto meno era felice che fossi riuscita ad andare e mi aveva visto nel pubblico, sono ripartita ed alle 15.40 ho firmato l'ingresso del pomeriggio, per terminare alle 18.00 e rifarmi la strada.

Mi ha dato molto fastidio il cambio di programma, poiché mi è parsa una mancanza di rispetto per gli impegni altrui, come l'orario, anche se sono certa che non è stato consapevole e voluto. Sono io che esagero?

Insomma: grandi corse e 100 km, "...così, senza un motivo. Solo per veder brillare gli occhi..."del mio bambino. E per questo "Si', ne valeva veramente la pena", come direbbero Lupo&Lupetto.

Anche questo fanno le mamme!!!

E poi ieri sera c'è stato il colloquio con la maestra di riferimento, che ha detto tante cose belle e una sola un po' così così: a quanto pare il nostro ricciolino biondo non si impegna un granché proprio in...francese!

Ma come, con il bilinguismo a casa e i cartoni in francese? !?

Secondo la maestra, e' solo che siccome lui i vocaboli già li conosce, si distrae e non sente l'esigenza di mostrare quello che sa. Io sospetto sia perché, dopo che a metà anno lo avevano invitato a non. Tradurre più per i compagni, lui ha scelto il mutismo!

In ogni caso, nulla di grave e sono stata molto contenta di sapere che si è integrato bene con i compagni, che rispetta le regole ma non è intimidito, che partecipa a tutte le attività con entusiasmo.

Speriamo continui sempre così!

P.s. Anche nella scuola dei vostri figli cambiano programmi all'ultimo e fanno "lavorare" bimbi e genitori dell'ultimo anno (che peraltro nel nostro caso hanno fatto almeno 19 prove)???