venerdì 19 giugno 2015

Le mie letture: "I segreti di Gray Mountain"

"I segreti di Gray Mountain" di John Grisham, pag. 380, Mondadori editore, Euro 23,00

Forse per deformazione professionale, forse perché rispetto ai gialli c'è suspense e tensione ma pochi morti e meno dettaglia macabri, a me piacciono molto i legal thriller.
Quelli di Jonh Grisham in primis.
In questo caso, la protagonista è Samantha, una giovane e brillante professionista, figlia d'arte, che lavora in un Big Law, uno di quei grossi studi legali in cui i professionisti sono solo numeri al servizio di grandi multinazionali e più che discutere nelle aule giudiziarie, si redigono contratti, passando sopra a tutto e tutti.
Poi arriva la recentissima crisi dei mercati finanziari e Samantha viene licenziata da un giorno all'altro e invitata a fare volontariato in una qualunque associazione legale di organizzazioni no profit degli Stati Uniti.
Perché in America non esiste il patrocinio a spese dello Stato e chi è povero non ha mezzi per difendersi in Tribunale o per far valere le proprie ragioni e non può che affidarsi a legali pro bono che fanno volontariato.
Il salto da Washington e New York alla Virginia ed al monti Appalacchi non è facile, eppure proprio lì' , scoprendo lo sfruttamento delle miniere da parte di grandi industrie del carbone, con un sistema di disboscamento a tappeto e taglio delle cime delle montagne, con relativo devastamento irreversibile dell'ambiente, che purtroppo è una triste realtà.
Si troverà a lavorare con un altro genere di clienti e colleghi, con persone vere alle prese con problemi reali e pressanti, si troverà a volare,fare escursioni e affrontare da vicino più morti e il dolore di una malattia devastante, si troverà a mettere in discussione le proprie scelte personali e professionali e la propria famiglia.
Il romanzo cattura, così come le figure che ruotano intorno alla protagonista e Samantha stessa, anche se a me non è riuscita simpatica neppure a fine libro.
La giustizia trionferà? Come nella vita reale, purtroppo, solo in parte.
Da leggere, se amate il genere o anche solo per scoprire questo modo di sfruttare la natura devastandola che io ancora non conoscevo, per capire cosa c'è dietro il consumo dei combustibili fossili, quante vite umane e animali stiamo calpestando e quante montagne stiamo distruggendo, e riflettere, che non guasta mai.
Con questo suggerimento di lettura, partecipo al Venerdì del Libro di Home Made Mamma.